--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Ricorso per impugnare la sentenza del tribunale del Riesame che disponeva gli arresti in casa

Giornalista ai domiciliari, Taormina: “Andiamo in Cassazione”

di Stefania Moretti
Condividi la notizia:

Paolo Gianlorenzo

Paolo Gianlorenzo

L'avvocato Carlo Taormina

L’avvocato Carlo Taormina

L'avvocato Franco Taurchini

L’avvocato Franco Taurchini

Viterbo – Domiciliari inadeguati, per la difesa di Paolo Gianlorenzo.

Gli avvocati del giornalista arrestato non si accontentano della pronuncia del tribunale del Riesame. Per questo hanno deciso di impugnarla davanti alla Suprema Corte di Cassazione.

Per il ricorso hanno dieci giorni di tempo a partire dall’arrivo delle motivazioni. Significa che tra stesura, deposito e fissazione dell’udienza Gianlorenzo passerà tutte le feste a casa. Forse anche qualche giorno in più.

“La decisione del Riesame è stata, per certi versi, positiva – afferma Carlo Taormina, difensore di Gianlorenzo insieme al collega Franco Taurchini -. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata annullata e sono stati disposti i domiciliari. Le motivazioni dicono che la calunnia non era configurabile, per le ragioni che abbiamo sempre sostenuto. Sull’aggressione alla moglie di Battistoni, invece, il Riesame resta fermo sulle conclusioni del gip Francesco Rigato”.

Nelle 38 pagine che hanno spedito Gianlorenzo in carcere, il gip del tribunale di Viterbo definiva l’episodio “inquietante”. Il giornalista, incontrando la moglie del suo nemico giurato Francesco Battistoni, ex capogruppo Pdl alla Regione Lazio, le avrebbe ostruito il passaggio, parandosi davanti a lei su una scalinata. Succedeva alla scuola Pietro Vanni, frequentata sia dai figli di Gianlorenzo che da quelli di Battistoni. La signora lo ha denunciato per minacce e violenza privata. E per l’ex direttore di Nuovo Viterbo oggi, già indagato per estorsione, sono scattate prima le manette e poi i domiciliari.

Sulla pericolosità sociale, Taormina scuote la testa: “Le motivazioni non ne parlano in alcun modo. Gianlorenzo non viene definito pericoloso”.

I domiciliari, piuttosto, sarebbero stati conservati per la vicenda della signora Battistoni. Cosa che lascia perplessi gli avvocati. “Discutere di una violenza privata mi pare abbastanza esagerato – dichiara Taormina -. Vogliamo far dire alla Cassazione quali sono le qualificazioni giuridiche di quell’episodio. Per questo faremo ricorso”. 

Non solo. “Ci preme anche la questione di merito, riguardante l’intero impianto accusatorio e le ipotesi di estorsione a carico di Gianlorenzo. Secondo noi, il suo coinvolgimento in quei fatti è del tutto marginale”.

Proprio da qui nacque l’indagine. La terza a carico del giornalista, dopo quella sulle false fatture del Pdl regionale e l’altra sulla macchina del fango, in concorso con l’ex assessore regionale Angela Birindelli. Il terzo fascicolo su Gianlorenzo era stato originariamente aperto per estorsione: il pm Massimiliano Siddi, titolare di tutte e tre le inchieste, ipotizza un sodalizio a due tra il giornalista e il suo ex avvocato Samuele De Santis. Il primo avrebbe aiutato il secondo a procacciarsi clienti, puntando a intimorirli facendo leva sul loro presunto coinvolgimento in indagini importanti.

De Santis finì ai domiciliari. Gianlorenzo indagato a piede libero. Arrestato solo a novembre, quando agli episodi di estorsione si era aggiunta la denuncia della signora Battistoni. Nel frattempo, l’avvocato ha collaborato con gli inquirenti: in un lungo interrogatorio in procura ad agosto ha preso le distanze dal giornalista, definendosi lui stesso vittima di pressioni da parte di Gianlorenzo. Le indagini, per ora, continuano, ma la chiusura non sembra lontana.

Stefania Moretti


Condividi la notizia:
23 dicembre, 2013

Estorsione in concorso - 2013 ... Gli articoli

  1. Estorsione, esclusa una parte di intercettazioni
  2. Estorsione, al via il processo a Gianlorenzo
  3. Estorsione, Gianlorenzo e De Santis rinviati a giudizio
  4. Estorsione, De Santis rinuncia all'udienza preliminare
  5. Estorsione, Gianlorenzo di nuovo in aula
  6. Il pm Natalini fuori dall'inchiesta
  7. Estorsione, chiusa l'inchiesta su Gianlorenzo e De Santis
  8. Gianlorenzo torna in libertà
  9. Paolo Gianlorenzo rimane agli arresti domiciliari
  10. "Minacciare le persone non è nel mio stile"
  11. Giornalista arrestato, duro scontro tra accusa e difesa
  12. Giornalista arrestato, oggi l'udienza al Riesame
  13. "Nessun patteggiamento, avanti fino al processo"
  14. Ascoltato un collaboratore di Gianlorenzo
  15. Gianlorenzo arrestato, è l'ora del Riesame
  16. "Angoscia, ansia e pressioni continue"
  17. Un "meccanismo estorsivo" quasi perfetto
  18. Gianlorenzo, gli avvocati chiedono la revoca degli arresti domiciliari
  19. Il carcere fa bene a Gianlorenzo che dà "segni di ravvedimento"
  20. Paolo Gianlorenzo agli arresti domiciliari
  21. "Un mio rapporto sessuale su un dvd della Procura", ma non è vero
  22. "Non sono un mangiabambini, accompagno i malati a Lourdes..."
  23. Gianlorenzo fa atto di contrizione e contesta le accuse
  24. Gianlorenzo: Mai minacciato la moglie di Battistoni
  25. "Se lasciato libero e privo di contenimenti, può commettere altri reati"
  26. "Attività illecite a ritmo continuo e una marcata pericolosità sociale"
  27. Gianlorenzo pronto a raccattare un lavoro da Berlusconi
  28. "Vedrai che ti succede..."
  29. Arrestato Paolo Gianlorenzo
  30. "Nessun patteggiamento, abbiamo sporto denuncia"
  31. No al dissequestro dei documenti di Gianlorenzo
  32. Gianlorenzo non risponde
  33. Interrogatorio per Gianlorenzo
  34. Estorsione, Gianlorenzo impugna il sequestro dei documenti
  35. Revocati i domiciliari a Samuele De Santis
  36. L'avvocato De Santis interrogato dal pm
  37. De Santis risponde per quattro ore punto su punto
  38. Estorsione, indagato anche Gianlorenzo
  39. Arrestato l'avvocato Samuele De Santis
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR