--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Regione Lazio - Chiusura della stagione venatoria 2013-2014 posticipata al 10 febbraio

Caccia aperta ancora per dieci giorni

Condividi la notizia:

Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti 

Lazio – Caccia aperta ancora per dieci giorni.

Con un decreto del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, la chiusura della stagione venatoria 2013-2014 è stata posticipata al 10 febbraio.

La proroga di dieci giorni vale solo per le specie colombaccio, cornacchia grigia, gazza e ghiandaia.

Dal primo al 10 febbraio 2014, come previsto dal decreto del presidente del 30 gennaio 2014, l’esercizio venatorio sarà consentito solo ai cacciatori con residenza nella regione Lazio, solo per la specie del colombaccio è previsto il regime di mobilità. I cacciatori con residenza anagrafica fuori dalla regione Lazio potranno operare limitatamente al territorio del Atc dove hanno la residenza venatoria.

Ma il posticipo concesso dalla Pisana è vincolato all’osservanza di altre specifiche prescrizioni per ciò che riguarda gli appostamenti e la quantità di selvaggina cacciabile.

La caccia è consentita solo da appostamento fisso e/o temporaneo. Gli appostamenti devono essere collocati a non meno di 500 metri dalle zone umide, frequentate dagli uccelli acquatici in quanto sensibili al disturbo causato dalla caccia e a distanza superiore a 500 metri dalle pareti rocciose o parzialmente tali.

Il limite di carniere giornaliero, per ciascun cacciatore, è stabilito nella misura di venti capi complessivi delle specie autorizzate, dei quali, comunque, non più cinque capi per la specie Colombaccio. L’esercizio venatorio è consentito senza l’ausilio del cane e dovrà svolgersi dalle 6.15 alle ore 17.30.

Nelle Zone di Protezione Speciale (Zps) la caccia è consentita nei soli giorni di giovedì e domenica.

Ogni cacciatore che usufruirà della proroga dovrà riportare, a penna con inchiostro indelebile sul proprio tesserino venatorio, nella pagina “Febbraio 2014”, nelle colonne riservate al prelievo della “selvaggina stanziale” le specie cornacchia grigia, gazza e ghiandaia; nelle colonne riservate al prelievo della “selvaggina migratoria”, la specie colombaccio.

 


Condividi la notizia:
30 gennaio, 2014

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR