- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Cerroni voleva costruire un termovalorizzatore a Viterbo

Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]

Manlio Cerroni [4]

Manlio Cerroni

Giuseppe Fioroni [5]

Giuseppe Fioroni

Viterbo – Un “progetto di massima” per la costruzione di un termovalorizzatore a Viterbo.

Le carte dell’inchiesta romana svelano i piani di Manlio Cerroni. Anche per la gestione dei rifiuti a Viterbo.

Non è un segreto che Er Monnezza di Pisoniano avesse interessi precisi anche sulla città dei Papi.

L’avvocato 86enne, re di Malagrotta, è socio di una delle società che partecipano alla Gesenu, a sua volta partner di Viterbo Ambiente. Quello che le carte dell’inchiesta mettono nero su bianco, è l’intenzione di Cerroni di potenziare concretamente la sua presenza a Viterbo, mediante la costruzione di un termovalorizzatore.

L’avvocato ne avrebbe parlato al telefono con Ermete Realacci, uno dei suoi interlocutori politici preferiti, sempre secondo le intercettazioni dei carabinieri del Noe.

Realacci: No no no, il Lazio non ha nessuna possibilità, legata all’emergenza Campania

Cerroni: Embè perché la… Regione Lazio insomma, questi mi devono dì Napoli ce l’ha, perché non ce l’ha anche Viterbo, non so, Arezzo ce l’ha, perché non…

Realacci: Perché non è, non c’è la situazione che c’è in Campania che quei cavoli….

Cerroni: Ah beh in Campania… dico ma lo sa in moneta quanti soldi sono questi sì? sono mille, sono qualcosa come più di mille milioni di euro noh!

Realacci: Un miliardo di euro

Cerroni: Un miliardo di euro certo, ma anche di più, adesso farò un conto esatto…

Realacci: No no un miliardo di euro…

Cerroni: Ma come no, se per quaranta mega, se ogni quaranta megawatt abbiamo fatto il conto di Albano, sono duecentonovantuno milioni, trecento milioni, fa il conto!, solo Santa Maria… solo Acerra sono centoventicinque, quattro otto dodici, esattamente solo Acerra è un miliardo!|

Realacci: No no no così.. (incomprensibile le voci si sovrappongono)

Cerroni: Sì sì sì… vabbè porto i documenti, a me mi sta bene tutto, però non possono dire che poi dopo a Roma a Viterbo, a Latina si pagheranno duecento…

L’argomento dell’intercettazione sono i soliti Cip6: incentivi inizialmente previsti solo per gli impianti campani. Una decisione che è fonte di malumori per Cerroni, che cerca in tutti i modi di convincere i suoi amici politici della scelleratezza di quella scelta. L’accenno a Viterbo, come scrivono i carabinieri, “non appariva casuale”: “come emerso da successive telefonate, sembrava esserci un suo progetto, anche se di massima, per la realizzazione di un termovalorizzatore anche in quel centro. Difatti Cerroni accampava interessi anche in quel centro attraverso la società Ecologia Viterbo s.r.l. che mediante una propria discarica ed un impianto di trattamento meccanico-biologico effettuava il servizio di smaltimento dei Rsu per le province di Viterbo e Rieti”. 

Ci sono, poi, i documenti che Cerroni voleva inviare a un altro dei suoi interlocutori politici.

Cerroni: Pronto?

Uomo: Sì ciao

Cerroni: Sì ciao buondì […] Tutto bene… no volevo soprattutto avere un tuo fax, io ti devo mandare dei documenti importanti che si riferiscono a Viterbo dopo che ho visto che cosa è successo a Napoli negli emendamenti che sono stati fatti al decretone noh!

Uomo: Sì […] Perchè non me lo mandi Ma’?

E l’uomo dà a Cerroni un numero di fax. Quel numero è della sede romana del Pd a Sant’Andrea delle Fratte. E quell’uomo, per il Noe, “poteva essere unicamente l’ex ministro della Pubblicaistruzione”: Giuseppe Fioroni. 


Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]