--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Il capogruppo Pd Serra sprona l'amministrazione: "Non c'interessano rimpasti in giunta, ma è tempo di cominciare a lavorare su progetti concreti per la città"

“Siamo impegnati a evitare brutte figure”

di Giuseppe Ferlicca

Condividi la notizia:

Francesco Serra e Leonardo Michelini

Francesco Serra e Leonardo Michelini 

Viterbo – Nella giunta non ci sono problemi, con la raccolta differenziata i problemi ci sono, ma va tutto bene lo stesso e non c’è ragione quindi anche solo per pensare a dimettersi. A sentire il sindaco, a palazzo dei Priori il barometro politico segna sereno fisso.

O forse, Leonardo Michelini nelle ultime ore è impegnato a svolgere il ruolo da pompiere più che da sindaco, ma per quanto veda la sua amministrazione in rosa, il malcontento all’interno della maggioranza non è un’invenzione.

Il Pd è al lavoro nella stesura del documento da sottoporre a Michelini. Dove non si parla di epurazioni, sostituzioni, cambi in giunta, ma si chiede di fare.

Ieri sera riunione notturna per gettare le basi delle richieste, poi ancora qualche limatura prima di sottoporlo al primo cittadino ufficialmente.

Che piaccia o meno, il Partito democratico prova a dettare l’agenda di un’amministrazione fino a questo momento forse troppo abbagliata da mostre e luci piuttosto e poco impegnata su problemi e progetti da mettere in cantiere.

“Come ho già detto – spiega il capogruppo Pd Francesco Serra – la nostra è normale attività politica, quello che una forza in maggioranza è chiamata a fare.

Vogliamo fare il punto su argomenti condivisi che sono parte del programma e capire come e soprattutto quando, potranno essere attuati”.

Problema in giunta esistono o no? “In linea di massima non ci sono per noi.

Ma fermiamoci a un esempio pratico – spiega Serra – il centro storico. Se l’assessore al ramo prospetta un percorso, ma poniamo che dai Lavori pubblici non ci sia collaborazione o manchi l’intesa, o esistano diversità di vedute, è chiaro che a quel punto è il sindaco a dover stabilire il da farsi.

Una cosa è certa. Nel documento che stiamo predisponendo non ci sono riferimenti a cambi in giunta, avvicendamenti o richieste in questa direzione”.

Quindi va tutto bene? “Come Pd – continua Serra – c’è la vicenda Barelli che per noi è rimasta irrisolta, ma adesso non vogliamo stare qui a impuntarci.

Capiremo poi come il sindaco intenda muoversi e cosa pensa di fare. A noi va tutto bene, basta che si faccia quello che si è detto di fare”.

Serra non vuole chiamarlo un aut aut al sindaco, ma un po’ ci somiglia.

Il primo cittadino pare essere rimasto un attimo infastidito da un’ingerenza dei partiti nella vita amministrativa. Ogni riferimento al Pd non è puramente casuale.

“Non è nemmeno un problema di partito  – osserva Serra – qui ci sono persone come me e i miei colleghi, che si sono impegnate per mettere in piedi una serie d’iniziative per la città, persone che non voglio fare brutta figura o che almeno ci provano a non farla.

Nessuna ingerenza di partiti o correnti. Ci occupiamo solo di come migliorare la città, ci interessa l’aspetto pratico e non stiamo parlando di nulla di straordinario, se non mettere in programma quanto prospettato in campagna elettorale”.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
21 gennaio, 2014

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR