Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Cultura - Il movimento cinque stelle bacchetta il Comune

Stagione teatrale, un avviso con troppe lacune…

Condividi la notizia:

Il comune di Viterbo

Il comune di Viterbo 

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Restiamo piuttosto perplessi leggendo l’avviso pubblico relativo alla stagione teatrale 2013/2014 che definisce i requisiti e regola il rapporto tra l’ente comunale ed i candidati alla direzione artistica della stagione di prosa viterbese.

Facciamo assieme alcune riflessioni:

Innanzitutto, data la scadenza dell’avviso al 15 gennaio corrente anno, ci pare ormai prassi consolidata quella di ridurre all’ultimo minuto ogni procedimento riguardante le iniziative culturali a Viterbo. Tempi più consoni permetterebbero una migliore raccolta di proposte artistiche, considerato anche che le produzioni teatrali invernali in Italia sono disponibili prevalentemente da metà settembre a metà aprile.

Il futuro direttore artistico avrà in sostanza una paio di settimane ad essere ottimisti per scegliere e contattare le compagnie ed organizzare una stagione di teatro, che con ogni probabilità tra tre mesi dovrà terminare. Un impresa eroica (con tratti autolesionistici) per il candidato e per la città.

Inoltre leggiamo sull’avviso che al direttore artistico e organizzatore della stagione teatrale si richiede di aver effettuato negli ultimi cinque anni la direzione continuativa di una stagione o festival di comprovata rilevanza nazionale. Il comma è bizzarro: innanzi tutto perché le figure professionali di direttore artistico e di organizzatore sono di solito ben distinte nei compiti e nelle competenze; e poi perché, al di là dell’esperienza professionale, non si definisce in alcun modo quali siano i titoli per definirsi direttore artistico ed organizzatore.

Requisiti che peraltro il ministero dei Beni culturali indica con precisione.

Procedendo con le riflessioni sottolineiamo inoltre che Viterbo è città di arte e di cultura e che nel suo territorio operano imprese di produzione teatrale che valorizzano la drammaturgia e le forze artistiche emergenti. Pertanto una stagione teatrale comunale dovrebbe sostenere nel suo ambito queste forze, prevedendo nella programmazione spazi idonei. Eppure, nelle richieste espresse nell’avviso pubblico non vi è alcuna menzione al riguardo.

Notiamo poi con sconcerto che, tra le voci di spesa ammesse per la stagione intera, è totalmente ignorata la promozione pubblicitaria. Ne consegue che o il Comune di Viterbo intende finanziare con apposita delibera il piano pubblicitario della stagione o questa è una dimenticanza assai grave, poiché l’attivazione di una promozione efficace almeno sul territorio provinciale è fondamentale per la buona riuscita dell’iniziativa e per porre le basi della rinascita del settore, anche nella prospettiva si spera prossima della riapertura del teatro dell’Unione.

Infine notiamo l’assenza totale di una voce riguardante il teatro per l’infanzia e la gioventù, settore divenuto ormai di primaria importanza per lo sviluppo culturale di una comunità, che favorisce sensibilmente la fruizione del teatro e che vanta imprese di produzione in città estremamente specializzate nel settore. Una stagione teatrale comunale non dovrebbe disattendere questo aspetto.

Concludiamo facendo notare che una consulta della cultura, ancora non costituita ma prevista da una nostra mozione in discussione in quarta commissione, avrebbe potuto approfondire questi aspetti importanti in fase di compilazione della delibera, a tutto vantaggio del successo per la stagione teatrale di Viterbo.

Movimento cinque stelle Viterbo


Condividi la notizia:
14 gennaio, 2014

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR