--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ronciglione - Monte Fogliano e Monte Venere - Legambiente & Co. chiedono di bloccare ogni tipo di intervento

“Basta tagliare gli alberi alla faggeta!”

Condividi la notizia:

I boschi intorno al lago di Vico

I boschi intorno al lago di Vico

Ronciglione – Riceviamo e pubblichiamo – Le associazioni ambientaliste che firmano questo comunicato, operanti nell’area del lago di Vico, si sono riunite il 7 febbraio 2014 nella sede nazionale di Accademia Kronos per esaminare il problema del taglio della faggeta di Monte Fogliano e Monte Venere previsto dal Pgaf (Piano di gestione assestamento forestale) del comune di Caprarola, arrivando alle seguenti conclusioni:

1) Consideriamo che da parte delle amministrazioni pubbliche interessate non è esistita la chiarezza necessaria relativa a un tema di così grande importanza;

2) Consideriamo di straordinaria gravità la sproporzione tra la quantità di piante tagliate (836) per motivi di urgenza e sicurezza e il numero delle piante a rischio di caduta: l’intervento di taglio lungo la strada provinciale Valle di Vico di fatto si configura come un taglio raso su nove ettari, con il grave rischio di frane e smottamenti. Inoltre l’entità del taglio ha comportato la chiusura per oltre quattro mesi della strada che porta all’ospedale Belcolle causando enormi disagi a chi necessita di cure ospedaliere. Tutto questo ha portato le associazioni ambientaliste e alcuni malati a presentare esposti-denuncia davanti alla sezione penale della magistratura;

3) Consideriamo di enorme importanza, per tutti noi e per le generazioni future, la conservazione delle faggete di Monte Fogliano e Monte Venere, importanza sottolineata dalle normative nazionali e comunitarie (Sic e Zps Natura 2000, Habitat Prioritario, Riserva Naturale lago di Vico) che proteggono queste aree, per l’aspetto storico, ambientale, paesaggistico e culturale (via Francigena);

4) Consideriamo che l’unicità delle faggete del comprensorio Vico sono tra le poche presenti in Italia per la loro vetustà e tra le più importanti per la biodiversità e devono essere oggetto di una protezione speciale.

5) Alla luce degli scempi avvenuti lungo la provinciale lago di Vico esigiamo dalle autorità preposte di rivedere la decisione dei tagli e di bloccare immediatamente ogni tipo d’intervento.

La faggeta non si tocca.

Legambiente Lazio e circolo lago di Vico, Accademia Kronos, Lipu, Associazione italiana cultura e sport, Amici della faggeta


Condividi la notizia:
9 febbraio, 2014

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR