Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bagnoregio - Più di mille persone ai funerali di Selenia Quintarelli, la 24enne morta nello schianto di domenica mattina - Letta in chiesa la lettera di un'amica

“Fai la brava angioletto mio, ti aspetto nei miei sogni”

Condividi la notizia:

Selenia Quintarelli

Selenia Quintarelli 

I funerali di Selenia Quintarelli

I funerali di Selenia Quintarelli

I funerali di Selenia Quintarelli

Padre Antonio celebra la messa

I funerali di Selenia Quintarelli

I funerali di Selenia Quintarelli

I funerali di Selenia Quintarelli

I palloncini bianchi per Selenia

I funerali di Selenia Quintarelli

Il corteo funebre

I funerali di Selenia Quintarelli

I funerali di Selenia Quintarelli

I funerali di Selenia Quintarelli

Il feretro coperto dalle rose bianche

I funerali di Selenia Quintarelli

I funerali di Selenia Quintarelli

I funerali di Selenia Quintarelli

I funerali di Selenia Quintarelli

Bagnoregio – Una ragazza dolce, esuberante, travolgente. Giovanissima, ma molto seria e impegnata sia negli studi che nel lavoro (fotocronacaslide).

Era così Selenia Quintarelli, la 24enne che oggi tutto il paese di Bagnoregio ha voluto ricordare e salutare per l’ultima volta. La chiesa di san Francesco non riusciva nemmeno a contenerli tutti. La mamma Daniela e il papà Salvatore, i parenti, gli amici e anche chi la conosceva appena di vista. Un fiume di gente che non è rimasto indifferente a una tragedia così grande.

La vita di Selenia è stata cancellata in un attimo, all’alba di domenica mattina. Mancava poco alle 6 quando la Lancia Y, alla cui guida c’era Elisa Concarella, va a sbattere contro un albero al lato della strada Bagnorese, in località Pratoleva. Selenia muore sul colpo, Elisa sta ancora lottando in un letto dell’ospedale Gemelli di Roma, in coma.

Il feretro di Selenia, coperto da un enorme mazzo di fiori di bianchi, è entrato oggi pomeriggio nella chiesa di Bagnoregio insieme a tutto il paese. Sull’altare è stata letta la lettera di Cristiana, una delle più care amiche della giovanissima vittima dello schianto. Poche righe scritte di getto da chi mai poteva immaginarsi un epilogo così tragico di una serata tra amici come tante.

“Il tuo viaggio senza ritorno – scrive la ragazza nella lettera – arriva dopo un’amicizia durata dodici anni. E’ impossibile raccontare in pochi minuti tutto quello che abbiamo fatto insieme, ma basterà ricordare che tu, Selenia, eri sempre l’attrazione della serata. Le tue battute genuine, la tua dolcezza, la tua simpatia. Eri una persona seria ,studiosa e lavoratrice”.

Selenia avrebbe dovuto laurearsi il 24 febbraio prossimo alla facoltà di Agraria dell’Università della Tuscia. Il coronamento di un sogno, uno degli obiettivi di una ragazza che comincia a diventare donna. Un traguardo che il destino non le ha voluto far raggiungere.

“Ora sei in un altro mondo – continua la lettera di Cristiana -. Non fare il tuo solito macello anche lì… oppure sì, fallo! Perché qualcuno deve averti scelto per qualcosa di meraviglioso che qui avevi già fatto. E quel qualcuno ci ha visto lungo. Fai la brava angioletto mio e vienimi a trovare qualche volta, ti aspetto nei miei sogni”.

Dopo il messaggio di Cristiana padre Antonio ha continuato la cerimonia con l’omelia.

“La morte non è la fine. La morte è un inizio – ha detto il parroco di Bagnoregio -. Noi uomini, tutti, siamo soltanto ospiti del mondo. Capisco che i genitori di Selenia, il suo fratellino e i suoi amici siano addolorati. Tutto il paese è nello sconforto, ma il dolore non deve anestetizzare la nostra fede, non deve annullare la speranza. La vera ricchezza dell’uomo è credere nella vita eterna”.

All’uscita dalla chiesa, sotto gli occhi delle almeno mille persone che hanno partecipato al funerale, sono stati fatti volare dei palloncini bianchi con la scritta “Ciao Selenia”, fino a poco prima stretti in mano dagli amici della ragazza.


Condividi la notizia:
17 febbraio, 2014

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR