--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Il vicesindaco Luisa Ciambella sull'attribuzione di un milione e 314mila euro al comune di Viterbo per pagare i debiti

“Patto di stabilità, dalla Regione una boccata d’ossigeno”

Condividi la notizia:

Luisa Ciambella

Luisa Ciambella 

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – “Buone notizie dalla Regione sul patto di stabilità verticale”.

Il vice sindaco e assessore al Bilancio del Comune di Viterbo Luisa Ciambella interviene sulla situazione relativa al patto di stabilità e annuncia margini di miglioramento.

“In questi mesi – spiega l’assessore Ciambella – a partire dallo scorso dicembre, quando il governo si apprestava a varare la legge finanziaria, abbiamo guardato con grossa preoccupazione a tutte quelle decisioni che avrebbero avuto una ripercussione diretta sul patto di stabilità per gli enti locali.

Poi è arrivata la decisione del governo di premiare le amministrazioni che hanno optato per la sperimentazione contabile, riconoscendo una riduzione di circa il 48% del saldo obiettivo. Quindi un primo sospiro di sollievo.

Ieri l’altra buona notizia. La Regione Lazio ha attribuito al comune di Viterbo una quota del patto di stabilità verticale pari a un milione e 314mila euro, rispetto ai 792mila euro dello scorso anno.

Riconosciamo quindi – continua il vice sindaco – un cambio di passo e una dimostrazione concreta della sensibilità dell’assessore regionale al Bilancio Alessandra Sartore e del presidente della Regione Nicola Zingaretti verso gli enti locali che si trovano in forte difficoltà.

Tutto questo – aggiunge – si traduce in un alleggerimento della situazione finanziaria che ci consente di affrontare questo 2014 con minor rigore, e quindi di avere piccoli margini per poter pensare ad un’azione programmatica più incisiva.

Si tratta comunque di una situazione complicata a causa di una normativa di derivazione europea che non consente agli enti locali di poter spendere le risorse finanziare di cui dispone.

E’ indispensabile – conclude il vice sindaco – quindi sollecitare un’azione del governo efficace, affinché ponga in essere iniziative che in tempi brevi possano modificare le condizioni generali del vincolo del patto di stabilità”.

Comune di Viterbo

 


Condividi la notizia:
4 marzo, 2014

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR