--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - E' un progetto per poter mappare l'Italia in modo tale da renderla percorribile per la sua totalità a piedi

Ammappalitalia fa tappa nella città dei Papi

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Marco Saverio Loperfido con il sindaco Peroni

Marco Saverio Loperfido con il sindaco di Cellere Peroni

Viterbo – Il contenitore si chiama Ammappalitalia. Senza spazio tra le parole.

Il che sta per ammappa l’Italia. Ma si può leggere anche come un’esclamazione di stupore. La cosa non cambia comunque.

L’importante, anzi, è il fine ultimo. Quello di poter mappare il bello Stivale. In modo tale da renderlo percorribile per la sua totalità a piedi. Senza auto. Senza bus. Senza nient’altro che non sia un paio di scarpe comode.

Il progetto è collettivo. Riguarda tutti. Ognuno può inserire sul portale internet il proprio fazzoletto di terra. Quello che conosce meglio. Sposando l’idea di Wikipedia (l’enciclopedia gratuita) si tenta così di arrivare ad una piantina globale delle strade bianche. Delle mulattiere. Dei sentieri. E via dicendo.

E il viterbese non poteva mancare. Grazie all’idea di Marco Saverio Loperfido. Un tipo pratico e probabilmente allenato. Che tra marzo e aprile toccherà ben sessanta comuni della nostra provincia. In quello che lui stesso chiama “Il giro della Tuscia in ottanta giorni”.

Documentato quotidianamente in rete con foto, recensioni, consigli e tutto quello che un camminante dovrebbe (e potrà) sapere. Una vetrina promozionale da non poco. Un itinerario turistico low cost e eco-sostenibile. Un’occasione buona per esportare queste lande desolate.

Sabato toccherà proprio alla città  dei Papi. Con partenza prevista da piazza del Comune alle nove di mattina. E poi, una discreta scarpinata, fin su ai Monti Cimini.

Lì è assicurata la prima sosta. La faccenda infatti non riguarda solo Loperfido, ma chiunque si voglia aggiungere.

Poiché lungo il tragitto saranno vari i momenti di aggregazione. Il primo all’agriturismo I giardini di Ararat. Sarà offerta agli avventori la musica delle Tuttattaccate (altro prodotto doc locale). Si mangia, si suona, si balla e post digestione si riparte. Direzione Roccaltia.

 

22 aprile, 2014

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR