- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

“Fiorita si dimentica dei danni morali…”

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Carlo Mezzetti [3]

L’avvocato Carlo Mezzetti 

il dentista Gianfranco Fiorita [4]

il dentista Gianfranco Fiorita 

Viterbo – Lavori mai finiti, finanziamenti in sospeso ma anche, o forse soprattutto, danni morali.

L’avvocato Carlo Mezzetti, legale di quattro ex pazienti di Gianfranco Fiorita, vuole vederci chiaro sulle recenti dichiarazioni del dentista, giunte dal Paraguay [5] per mezzo del suo avvocato Roberto Alabiso.

“Non ci può bastare sentirci dire che Fiorita ha intenzione di risarcire solo chi ne ha diritto – spiega Mezzetti -. Questo mi pare un fatto abbastanza ovvio. Il punto è: il dentista crede di poter decidere da solo quali siano le persone che aspettano i suoi soldi? E su quali basi farebbe questa scrematura? Tutte le persone offese di questo processo (79 in totale ndr) hanno ragione di pretendere quanto gli spetta. Di sicuro i quattro che assisto io e dei quali conosco a fondo l’intera vicenda”.

Gianfranco Fiorita, sparito nel nulla nell’ottobre del 2010, è accusato di appropriazione indebita per una cifra che secondo il pm Stefano D’Arma si aggira intorno ai 660mila euro. Per la difesa, invece, il professionista che ormai si è rifatto una vita in Paraguay e pare non abbia alcuna intenzione di tornare in Italia, sarebbe debitore di poco più di centomila euro, 120mila al massimo.

“Non credo che possano bastare 120mila euro per coprire il buco lasciato da Fiorita – continua Mezzetti -. Intanto ci sono i lavori non finiti a decine di pazienti, il che non significa che se lui ha portato a termine, per esempio, il 50% del lavoro, ora debba risarcire soltanto l’altra metà della somma totale. Chi si è trovato con gli interventi a metà spesso non ha potuto far continuare il lavoro da altri medici o, peggio, ha anche subito dei danni per l’abbandono in corsa delle cure”.

Un capitolo a parte spetta poi alle finanziarie che hanno concesso decine di prestiti ai pazienti di Fiorita.

“Chi ha sospeso il pagamento delle rate dei finanziamenti – prosegue il legale – in seguito alla fuga del dentista, non ha risolto del tutto il suo problema. Le finanziarie non hanno dichiarato che non pretenderanno più soldi alle persone che hanno sottoscritto le rateizzazioni. Hanno soltanto smesso, per ora, di chiedere le somme mensilmente. Ma questa è stata una conseguenza del fatto che lui era sparito e nel frattempo era stata aperta un’inchiesta a suo carico. Prima o poi però i nodi verranno al pettine”.

Oltretutto, come è emerso anche nelle udienze di fronte al giudice Eugenio Turco, pare che la scelta delle finanziarie fosse particolarmente consigliata da Fiorita ai suoi pazienti.

“Lui dal Paraguay, dopo quattro anni che non dà alcuna notizia di sé e dopo che ha lasciato nei guai decine e decine di persone – sottolinea l’avvocato Mezzetti – si prende anche la libertà di definire “furbetti di quartiere” chi ora pretende dei soldi. Io credo che non possa permetterselo e che se c’è qualcuno che ha tentato di truffare della povera gente, perché per noi di questo si tratta e non solo di un’appropriazione indebita, è proprio lui. Uno dei miei clienti, ad esempio, avrebbe pagato tranquillamente senza finanziaria il lavoro del dentista. E’ lui che ha insistito per fargliela sottoscrivere”.

Infine, particolare per Mezzetti da non sottovalutare, ci sarebbero anche i danni morali.

“E’ sparito nel nulla di punto in bianco – ripete concludendo l’avvocato – e ci è rimasto quattro anni. Ora pensa di fare i conteggi a suo modo? Alle cifre che si è intascato prima di finire i lavori dei suoi pazienti vanno aggiunti i danni morali che ognuno di loro ha subito, le spese aggiuntive fatte eventualmente da altri dentisti che hanno riparato o continuato i suoi lavori e anche gli oneri dei legali che stanno assistendo le persone costituitesi parte civile nel processo. Se si vuole aprire un discorso tra le parti per dei risarcimenti pretendiamo che vengano presi in considerazione tutti questi aspetti. E’ il minimo che possiamo chiedere a Gianfranco Fiorita”.

Francesca Buzzi


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [6]
  • [1]
  • [2]