--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - I numeri dell'iniziativa Città a colori illustrati da Viterbo con Amore onlus

40 associazioni di volontariato e 600 artisti

L'inaugurazione

L’inaugurazione

I trampolieri

I trampolieri

Viterbo -Riceviamo e pubblichiamo – Domenica scorsa Viterbo si è trasformata nella “Città a Colori” – manifestazione che da dieci anni è promossa e organizzata dalla nostra associazione. La città è stata letteralmente “invasa” dai suoi cittadini, piccoli e grandi che, anche se per un solo giorno, hanno potuto riscoprire “la grande bellezza” di un centro storico tutto per loro.

I numeri da capogiro della manifestazione evidenziano ancora di più il successo dell’evento. Quaranta le associazioni di volontariato che hanno partecipato attivamente. Quasi 600, invece, gli artisti e gruppi di vario genere che, a titolo gratuito, hanno aderito con passione e generosità a questo evento. Quasi 900 i bambini coinvolti nelle attività sportive: oltre 180 per bimbimbici, 70 per il minibasket, altri 250 per “Stradacalciando”, 40 per il Giocatletica, 220 per “Volleygiocando, 50 per le arti marziali e oltre 40 tra ginnastica ritmica e pattinaggio a rotelle.

Si stimano intorno alle 8mila, invece, le persone che durante tutta la giornata hanno voluto partecipare alla Città a colori che, dall’alba al tramonto, ha proposto attrazioni di ogni tipo.

“Non possiamo che essere soddisfatti – ha detto il presidente della onlus viterbese, Domenico Arruzzolo – si è svolto tutto a meraviglia, senza intoppi e con molti complimenti da parte di chi ha avuto modo di passare la domenica in centro”.

Tutto ha avuto inizio nella mattinata a piazza del Plebiscito con la ormai tradizionale passeggiata delle autorità locali tra gli stand delle Associazioni e le centinaia di bambini festanti. Il sindaco Michelini, la vice Ciambella, gli assessori Fersini e Ricci, il consigliere regionale Panunzi, un nutrito gruppo di consiglieri comunali – Bizzarri, De Alexandris, Fabbrini, Insogna, Moricoli, Troncarelli, Serra, Santucci – il delegato provinciale del Coni Pica, il vice comandante della Scuola Marescialli dell’AM Col. Briancesco accompagnato da una rappresentanza di allievi, il presidente della Fondazione Carivit Brutti e il presidente del Centro Servizi per il Volontariato del Lazio Francesca Danese hanno voluto, con la loro presenza, testimoniare l’importanza della nostra iniziativa. E non poteva mancare colui che ha dato vita al Festival del Volontariato, il consigliere Marco Ciorba raggiante, entusiasta e consapevole di aver, per alcuni giorni, catturato l’attenzione della comunità cittadina sul tema della solidarietà e del mondo associativo ad essa dedito.

I 48 eventi che si sono svolti nell’arco della giornata tra Piazza del Comune, Piazza del Gesù, Piazza San Carluccio, Piazza delle Erbe, Piazza Fontana Grande, Largo Almadiani, Piazza Unità d’Italia hanno riscosso un grande apprezzamento da parte del pubblico di ogni età che ha potuto scegliere tra il canticchiare un evergreen dei Nomadi o dei Beatles, l’ammirare giovani cantanti promettenti come i ragazzi del Minifestival o gli Only Hits, il perdersi nel magico suono della ghironda, il farsi ammaliare dalle delicate melodie delle corali o lasciarsi trascinare dalle marce intonate dalle tre bande presenti.

Strepitoso l’ensamble a Piazza Fontana Grande. Anche gli amanti della danza hanno avuto l’imbarazzo della scelta: zumba, flamenco, danza del ventre, salsa, hip-hop, break dance. E poi l’arte nel Giardino del Palazzo Comunale con cavalletti, tele, tavolozze e tanti “colori”, le sbandieratrici e i musici, la passeggiata con gli amici a 4 zampe “in libera uscita”, visto che una decina di essi provenivano dai canili comunali; e ancora, l’angolo delle api, le Fiat 500 in mostra a Piazza San Lorenzo, le fotografie in bianco e nero dei ragazzi di Eta Beta, gli oltre 500 disegni degli alunni delle primarie di tutta la provincia sul tema dell’inclusione e dell’integrazione, gli scacchi e il calcio balilla integrato. E tanti, ma proprio tanti bambini protagonisti di una festa indimenticabile con la complicità dei clown di corsia, i trampolieri, le truccatrici, le “artigiane” della ceramica e della stoffa, dei colori, le prove di Pompieropoli e i giochi in legno “di un tempo” che per qualche ora hanno preso il posto di videogames e smartphone. .

“E’ stata, sicuramente, una delle edizioni maggiormente riuscite – ha sottolineato il presidente Arruzzolo – ciò grazie all’aiuto di tante realtà. A tal proposito vorrei ringraziare gli studenti della Consulta Provinciale che hanno dato vita ad una straordinaria Giornata dell’arte e della creatività, i Cavalieri del Soccorso e la Croce Rossa Italiana che hanno garantito per tutta la giornata l’assistenza sanitaria, gli Amici di Pianoscarano per l’allestimento del rinfresco, i giovani volontari di Mr Jack e di Urban Tribute. Infine un grazie a chi ci sostiene da molti anni e consente la realizzazione di questa manifestazione: il Comune e la Provincia di Viterbo, la Camera di Commercio, la Fondazione Carivit e la Banca di Viterbo”.

E per concludere, anche la vendita dei tagliandi della lotteria della solidarietà che per Viterbo con amore rappresenta la maggiore fonte di proventi per la realizzazione degli obiettivi annuali, ha conseguito un eccellente risultato con oltre 1500 ticket venduti da parte dei volontari dell’associazione.

Associazione di volontariato Viterbo con Amore onlus

15 maggio, 2014

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR