Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il resoconto del progetto venerdì 16 maggio alle 11.30 all'incubatore iCult

“Il giro della Tuscia in 80 giorni”, conclusa l’avventura di Loperfido

Condividi la notizia:

Marco Saverio Loperfido con il sindaco Peroni

Marco Saverio Loperfido con il sindaco di Cellere, Peroni

I paesaggi della Tuscia

I paesaggi della Tuscia

I paesaggi della Tuscia

I paesaggi della Tuscia

Viterbo – Si è da poco conclusa l’’avventura nella Tuscia nell’’ambito del progetto “Tuscia in rete” e “Il giro della Tuscia in 80 giorni”.

Il resoconto del progetto e delle esperienze vissute durante il tour avrà luogo nel corso di una conferenza stampa che si terrà venerdì 16 maggio alle 11.30 a Viterbo, presso l’’Incubatore ICult, in via Faul 20-22.

Nel corso della conferenza verrà evidenziata l’’importanza della conoscenza del proprio territorio per la difesa e il mantenimento dello stesso, dei social network come strumento di promozione territoriale, dei piccoli musei, come luoghi di accoglienza e condivisione di cultura, dei prodotti tipici locali come espressione di un territorio, dell’’importanza di condividere emozioni ed esperienze con la gente del posto, della necessità di comunicare all’esterno la bellezza e la cultura della Tuscia per lo sviluppo di un turismo ecosostenibile e responsabile.

Interverranno: Giulio Curti responsabile dell’Incubatore iCultdi Bic Lazio, Marco Saverio Loperfido, responsabile del progetto ammappalitalia.it; Marco Bartolomucci, regista; Marco Scataglini, fotografo; Caterina Pisu, responsabile Associazione Piccoli Musei; Francesca Ceci, archeologa dei Musei Capitolini di Roma; Valter Nepi, responsabile Cai sezione di Viterbo; Leonardo Annulli, della casa editrice Annulli Editori.


Il giro della Tuscia in 80 giorni

Il viaggio si è snodato attraverso 65 tappe, ognuna delle quali è stata un’esperienza unica e irripetibile. In questo periodo Marco Saverio Loperfido ha attraversato tutta la Tuscia camminando per circa 5 ore al giorno, di paese in paese.

Alla sera ha trovato ospitalità presso comuni, foresterie, conventi, agriturismi, B&B o case private che hanno condiviso con lui l’emozione di una vera e propria esplorazione di un territorio sconosciuto agli stessi abitanti.

Hanno aderito al progetto, come patrocinatori, la Regione Lazio, la Provincia di Viterbo, il comune di Montefiascone, il comune di Sutri e molti altri del territorio di Viterbo, oltre a musei, pro loco, associazioni, fotografi e videomaker.

Da un’idea del progetto Ammappa l’Italia sito di libera condivisione di sentieri sparsi nella nostra penisola, si è passati anche alla lettura e soprattutto alla condivisione degli aspetti più profondi e sconosciuti dalla Tuscia, del suo intimo genius loci.


Il passaggio attraverso sentieri ormai poco battuti o del tutto abbandonati è quel fil rouge che unisce storie e tradizioni nostrane. Quasi ogni tappa ha portato con sé un incontro speciale: interviste da parte di stranieri che abitano nella Tuscia, visite a musei locali, video, foto, camminate insieme ad appassionati di escursionismo per scoprire necropoli etrusche o siti di cui si ignora totalmente l’esistenza.

Ogni giorno sono state pubblicate sul sito ammappalitalia.it le descrizioni dei percorsi fatti, con traccia gpx, foto e suggestioni, di modo che tutti ne possano usufruire in futuro.

Ci sono stati incontri e scambi tra gli abitanti dei paesi, cene conviviali, racconti di un tempo ormai passato, degustazioni di prodotti della nostra terra. Insomma, non si è trattato semplicemente di “ammappare” i sentieri della Tuscia, ma anche di raccontarla in tutta la sua bellezza e unicità.

Tutte le tappe sono state riprese attraverso le foto, i video e le parole in un blog del portale Tusciainrete.it affinché rimanga un diario digitale di questa splendida avventura.

Ora la vera avventura è scoprire il proprio territorio, troppo a lungo dimenticato, ignorato e sacrificato in nome di paradisi lontani e artificiali.
 Le emozioni e le riflessioni di questo “tour della Tuscia” verranno trasferite in un libro a cura della casa editrice Annulli. Mentre, per chi vorrà fare un tour con l’autore, prossimamente saranno disponibili “esperienze su misura “ in collaborazione con Paper Moon Tour Operator.

 


Condividi la notizia:
14 maggio, 2014

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR