--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Maxiretata antidroga - La difesa pronta a chiedere il risarcimento per ingiusta detenzione: "Non dovevano stare né in carcere né ai domiciliari"

Blitz Babele, ordinanza annullata per due fratelli

Condividi la notizia:

Operazione Babele - Gli arrestati

Operazione Babele – Gli arrestati

Operazione Babele - La droga sequestrata - Clicca per ingrandire

Operazione Babele – La droga sequestrata – Clicca per ingrandire

Operazione Babele - La droga sequestrata - Clicca per ingrandire

Operazione Babele – La droga sequestrata – Clicca per ingrandire

L'avvocato Franco Taurchini

L’avvocato Franco Taurchini

Viterbo – Duro colpo all’ordinanza d’arresto dell’operazione Babele.

Il tribunale del Riesame l’ha annullata limitatamente a due posizioni. Si tratta dei fratelli Sergio e Sonia Casagrande. Il primo finito a Mammagialla, nell’ambito del blitz antispaccio in centro storico. La seconda, ai domiciliari.

Il giudice del tribunale di Viterbo Franca Marinelli aveva concesso loro l’obbligo di firma. Dopo oggi pomeriggio sono tornati in libertà.

“Per noi è un grande risultato – afferma l’avvocato Taurchini, difensore di Sergio Casagrande -. Il mio cliente ha un’azienda con dieci dipendenti. Le notizie apparse sul suo coinvolgimento nell’indagine lo hanno danneggiato anche e soprattutto a livello economico. E’ giusto che tutti sappiano che, con la decisione di oggi, il Riesame ha stroncato le accuse nei suoi riguardi. Casagrande non doveva finire in carcere. Così come la sorella non doveva andare ai domiciliari”.

All’udienza di oggi, l’avvocato Taurchini non si è limitato a contestare sul piano formale l’ordinanza che ha portato all’arresto di 31 persone per lo spaccio nel cuore della città. “Io e l’avvocato di Sonia Casagrande, Emilio Lopoi, abbiamo analizzato anche a livello sostanziale il documento firmato dal gip Franca Marinelli. Per la donna, si parlava di episodi del tutto marginali, mentre dall’indagine non sono emersi indizi che additassero Casagrande come spacciatore. Di cocaina faceva solo uso personale”.

Con quello di oggi, gli annullamenti dell’ordinanza salgono a tre. Tre posizioni che il Riesame ha ritenuto non meritevoli degli arresti in carcere o ai domiciliari per lo spaccio nel centro storico di Viterbo.

La difesa di Sergio Casagrande è intenzionata a muoversi di conseguenza. “Chiederemo un risarcimento danni per ingiusta detenzione – annuncia l’avvocato Taurchini -. Casagrande non doveva finire in carcere”. 


Condividi la notizia:
13 giugno, 2014

Operazione Babele ... Gli articoli

  1. Spaccio di droga in centro, altri tredici rinvii a giudizio
  2. "'Gnocchi' non significava droga, ma attributi sessuali"
  3. Spaccio di droga in centro, impiegata statale assolta dopo tre anni
  4. Spaccio in centro, 12 patteggiamenti e un'assoluzione
  5. Spaccio di droga in centro, Babele bis non decolla
  6. "Qui è pieno di formiche, bisogna rinviare lo scambio"
  7. Inventa un lavoro, nuovi guai per l’ex stella del baseball viterbese
  8. "Nonna coca" slitta ancora l'udienza
  9. Spaccio in centro, trenta indagati
  10. Babele della droga, sarà processo veloce
  11. Babele della droga, difese contro il processo veloce
  12. Processo Babele è subito rinvio
  13. Spaccio in centro storico, l'ultimo uomo nega
  14. Babele, parola all'ultimo latitante
  15. Operazione Babele, arrestato l'ultimo latitante
  16. Evade dai domiciliari, arrestato 'big' della retata Babele
  17. Operazione Babele, arrestato latitante
  18. Droga nel centro storico, in 11 a processo subito
  19. Babele, una decina verso il processo subito
  20. Consumatori di cocaina, ma non spacciatori
  21. Maxiretata antidroga, domiciliari entro ventiquattr'ore
  22. "Andremo fino alla Corte europea dei diritti dell'uomo"
  23. I braccialetti elettronici ritardano, gli arrestati rimangono in carcere
  24. "L'impianto accusatorio resta solido"
  25. Babele, in cinque ai domiciliari col braccialetto
  26. Maxiretata antidroga, ore di attesa per gli indagati
  27. Maxiretata antidroga, al Riesame per la libertà
  28. Babele, almeno in cinque tornano a casa
  29. Retata antidroga, interrogatori a tamburo battente
  30. Maxiretata antidroga, il pm chiede i domiciliari per 5 spacciatori
  31. Babele, gli arrestati si difendono
  32. "Custodivo la cocaina per 50 euro"
  33. Maxiretata antidroga, da giovedì gli interrogatori
  34. "Un 'pollo intero' per quattromila euro"
  35. Il mercato della droga spartito tra due bande
  36. Blitz antidroga, 32 arresti e 61 perquisizioni
  37. Blitz antidroga, raffica di arresti e perquisizioni
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR