--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sutri - Nei guai tre giovani sorpresi a confezionare dosi in una cantina abbandonata - Arrestato anche un 36enne per aver aggredito le forze dell'ordine e denunciato un 29enne per minacce

Droga negli slip, in manette

Condividi la notizia:

Le pattuglie dei carabinieri

Le pattuglie dei carabinieri

Sutri

Sutri

Ronciglione - La caserma dei carabinieri

Ronciglione – La caserma dei carabinieri

Sutri – Droga negli slip, arrestati.

Nello scorso weekend, i carabinieri della compagnia di Ronciglione hanno intensificato i controlli alla circolazione stradale e ai locali e luoghi di ritrovo, anche in occasione di manifestazioni e feste locali, per combattere e prevenire l’uso di alcool e droghe di vario genere.

L’attività ha portato all’arresto di quattro pluripregiudicati, alla denuncia di una persona, oltre al sequestro di un consistente quantitativo di droga e al controllo di circa 300 persone e 150 veicoli.

In particolare, a Sutri, i militari della stazione locale, nel corso di uno specifico servizio finalizzato al contrasto dello spaccio e del consumo di droghe, hanno arrestato in flagranza nel reato di detenzione ai fini di spaccio di tre pluripregiudicati del posto di età compresa fra i 18 e i 22 anni, sorpresi all’interno di una cantina abbandonata mentre erano intenti a confezionare alcune dosi di marijuana.

Nella circostanza, i carabinieri hanno sequestrato oltre 50 grammi di stupefacente, parte dei quali già suddivisi in dosi e nascoste negli slip di uno dei giovani, un bilancino elettronico di precisione e cellophane per il confezionamento. I tre sono stati portati alle proprie case agli arresti domiciliari.

A Bassano Romano, i carabinieri della insieme ai colleghi del pronto intervento e a personale della polizia locale hanno arrestato per resistenza, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale un pluripregiudicato originario di Roma, ma domiciliato nel paese di 36 anni, che durante una processione religiosa avrebbe creato disordini, litigando con varie persone.

All’intervento dei carabinieri e del vigile, li avrebbe oltraggiati e minacciati, scagliandosi contro di loro con calci e pugni e procurandogli lesioni giudicate guaribili in giorni 5 e 7 giorni. Per l’uomo, dopo il rito direttissimo, sono scattati gli arresti domiciliari.

A Caprarola, i carabinieri hanno denunciato per minaccia aggravata, porto e detenzione di armi e oggetti atti ad offendere un albanese di anni 29 che, armato di coltello, aveva minacciato di morte un connazionale e la sua fmiglia.


Condividi la notizia:
10 giugno, 2014

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR