--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Astronomia - Ridotto da 42 m originali a 39,3 m di diametro per ridurre i costi, vedrà la prima luce nel 2024

“Con E-Elt inizia l’era dei (telescopi) giganti”

di Paolo Candy

Condividi la notizia:

Il telescopio E-Elt

Il telescopio E-Elt

Viterbo – Inizia l’era dei (telescopi) giganti!

La costruzione dell’ E-Elt (European extremely large telescope) è cominciata il 19 giugno scorso a Cerro Armazones, a 3.060 metri di quota in alta montagna nel deserto di Atacama.

Ridotto da 42 m originali a 39,3 m di diametro per ridurre i costi, vedrà la prima luce nel 2024. Con il suo specchio primario segmentato, l’E-Eltsarà il più grande telescopio ottico monolitico sulla Terra, e sorpasserà il 24,5 m Giant Magellan Telescope (Gmt) e il Thirty Meter Telescope (Tmt).

Collezionerà 13 volte più luce rispetto ai più grandi telescopi ottici oggi esistenti.

La sua ottica adattiva potrà mitigare l’influenza dell’atmosfera terrestre, in modo che il telescopio sia in grado di catturare le immagini 16 volte più nitide di quelle del telescopio spaziale Hubble. Anche la cupola è enorme: con quasi 100 metri di altezza, diventerà un punto di riferimento ben visibile nel deserto

Paolo Candy
Direttore Osservatorio astronomico dei Cimini


Condividi la notizia:
22 giugno, 2014

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR