--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Sudato ok al documento di previsione 2014, che adesso deve passare in commissione e poi in consiglio

Un bilancio di compromesso

Condividi la notizia:

Il sindaco Leonardo Michelini

Il sindaco Leonardo Michelini

Viterbo – (g.f) – In comune sono serviti confronti, mediazioni, incontri e scontri, ma alla fine il bilancio ha avuto il via libera dalla maggioranza che sostiene il sindaco Michelini.

Ha avuto il via libera, ma da qui a dire che siano tutti felici e contenti ce ne passa.

Adesso gli uffici hanno il compito di stilare il documento di previsione 2014 che poi andrà in giunta e di conseguenza in commissione e infine in consiglio comunale. Siamo appena all’inizio.

Un bilancio per il quale Michelini si è dovuto spendere in prima persona.

“E’ portato in prima persona dal sindaco – spiega il primo cittadino uscendo dall’incontro di ieri pomeriggio – c’è il mio impegno, non credo ci saranno problemi”.

Si è dovuto impegnare, probabilmente per guarire i mal di pancia interni ai partiti, su un bilancio difficile. Se la cura sarà efficace, si vedrà presto. E’ stato necessario chiamare i consiglieri a confrontarsi, ma il clima troppo acceso delle sedute ha consigliato riunioni più ristrette. Solo capigruppo e ieri ammessi anche gli assessori.

La manovra si basa su una Tasi che si aggira sui valori dell’Imu di due anni fa, preservando le fasce di reddito più basse, ma anche su un adeguamento dell’addizionale Irpef, seppure modesta.

Non saranno felici i consiglieri che puntavano solo su una delle due opzioni, andando invece a tagliare i costi.

Ci saranno stanziamenti, nei limiti del possibile, da destinare a frazioni o altre iniziative. Non salteranno di gioia quelli che invece avevano chiesto un indirizzo specifico alle risorse, in progetti definiti e facilmente individuabili. Succede, in un bilancio di compromesso. C’è l’intesa per la vendita di una delle due farmacie comunali, nonostante da Francigena, che si occupa della gestione, avessero sconsigliato di farlo, non reputandolo conveniente. Esternalizzati, poi, i servizi tecnologici gestiti dalla partecipata.

Per l’approvazione è arrivata la proroga. Non più entro luglio, c’è tempo fino a settembre, ma l’amministrazione vuole andare all’approvazione subito, a conti fatti si andrà a finire alla prima decina d’agosto.


Condividi la notizia:
16 luglio, 2014

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR