--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Da oggi al 13 luglio nel quartiere medioevale 14esima edizione della manifestazione che il 19 culmina con la battagliola campale

E’ ancora festa con Ludika 1243

Condividi la notizia:

La conferenza di presentazione dell'edizione 2014 di Ludika

La conferenza di presentazione dell’edizione 2014 di Ludika

La conferenza di presentazione dell'edizione 2014 di Ludika

La conferenza di presentazione dell’edizione 2014 di Ludika

Viterbo – (g.f.) – Torna Ludika 1243. Con la tradizionale parata dei giullari oggi pomeriggio si apre l’edizione numero quattordici di una manifestazione che nel cuore della città fa rivivere la Viterbo medioevale.

Dall’8 al 13 luglio, sei giorni di festa e riscoperta della nostra storia.

Piazze e vie si popolano di personaggi che arrivano da un’altra epoca, cavalieri e principesse, giullari e artisti di strada. Ogni giorno da pomeriggio a sera, una serie d’iniziative accompagnano il visitatore. Quest’anno con diverse novità.

“Per la prima volta avremo un festival della commedia dell’arte – anticipa Serenella Bovi della Tana degli Orchi – diverse compagnie, anche fuori dal Lazio andranno in scena al Paradosso e al chiostro di santa Maria Nuova, mentre a san Carluccio e san Pellegrino sono altri previsti spettacoli.

Altra novità è il book-crossing. Libri durante l’iniziativa saranno lasciati a caso, ritrovati da altri, potranno prenderli e portarli con sé. Una caccia al tesoro culturale che è anche un donare qualcosa”.

Non mancano mostre, uno spazio dedicato ai bambini e ovviamente la taberna medioevale. Alla scoperta di gusti, profumi e sapori del 1200.

“Siamo andati a trovare ricette particolari sui vecchi libri – ricorda Bovi – perché anche la taverna è cultura, dando spiegazioni su tradizioni, usi e costumi del Medioevo. Tutto in questa città è cultura, cerchiamo con i nostri sforzi di provare a ricordarlo”.

C’è chi con Ludika è cresciuto, come Chiara o Federico Moschetti, attore e regista del capoluogo. “Mi occupo della comunicazione sui social network – dice Moschetti – e della commedia dell’arte. Mai si era realizzato un festival del genere, con dieci compagnie che basano il loro lavoro sulla tradizione o ispirato ai loro antenati”.

Il pezzo forte rimane la battagliola campale fra milizie guelfe viterbesi e le truppe ghibelline di Federico II, domenica 13 dalle 18. Quest’anno non a valle Faul. La contesa, che coinvolge tutta la popolazione, è in programma a largo san Paolo, sotto le mura fuori valle Faul.

Prevista pure una battagliola anche per i bambini.

Ludika dal comune riceverà un contributo per le spese, mentre per i prossimi anni l’intenzione dell’assessore alla Cultura Delli Iaconi è inserire la manifestazione in un contesto più definito.

“E’ un appuntamento ricorrente – ricorda Delli Iaconi – e l’amministrazione intende raffrontarsi attraverso la stipula di una convenzione pluriennale, come faremo con Tuscia Operafestival, Tuscia Film Fest e Quartieri dell’Arte.

Puntiamo a qualificare Viterbo città dei festival, sperando anche in un congruo sostegno”. Per ottenere fondi. I soldi. Probabilmente su questo fronte rispetto al Medioevo non è cambiato molto.

 


Condividi la notizia:
8 luglio, 2014

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR