--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - Comune - Le tre proposte di Viterbo 2020 per ribaltare la crisi e ricominciare a crescere, in vista del bilancio 2014

Programmazione, lotta agli sprechi e partecipazione per ripartire

Condividi la notizia:

Chiara Frontini

Chiara Frontini 

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Tre proposte concrete per ribaltare la crisi e ricominciare a crescere, in vista del bilancio 2014: Viterbo2020 lancia il pacchetto “ReStart Viterbo”, su lavoro, famiglia ed ex comuni.

Questi i contenuti di ReStart Viterbo:

1) PACCHETTO FAMIGLIA: per passare dalle parole ai fatti, in 3 azioni:

Salva casa. La casa è un diritto che va difeso: creare un capitolo di bilancio per i contributi affitto, aiutando le famiglie bisognose a pagare e quindi i proprietari a riscuotere, ed istituire un fondo garanzia mutui a sostegno di chi, strozzato dalle rate, rischia oggi di bruciare anni di sacrifici.

Bonus Bebè. 500 euro annui alle coppie che con coraggio scelgono di avere figli. Investiamo sul futuro per tornare a crescere.

Game Over. Combattere il gioco d’azzardo con il reinserimento lavorativo dei giocatori cronici e la creazione del marchio “azienda etica”: la ludopatia e le slot machines sono cause di disgrazia per molte famiglie. Su questo Viterbo2020 si batte da sempre con un ordine del giorno approvato all’unanimità ed un nostro regolamento allo studio degli uffici.

2) LAVORO: il lavoro è dignità: riqualificare i disoccupati over40 con concreti progetti per facilitarne la riconversione e la formazione continua. Per i giovani, attivare sinergie con associazioni e privati per creare un vero e proprio Servizio Civile Comunale retribuito ed investire nelle arti e nei mestieri per un immediato collocamento lavorativo.

3) UN EX COMUNE=UN PROGETTO: diamo vera autonomia ai consigli di frazione facendo scegliere loro un progetto per ex comune da finanziare con un capitolo di bilancio ad hoc.

L’amministrazione, inoltre, riveda una volta per tutte il contratto che disciplina l’appalto di igiene urbana, la raccolta differenziata e le isole di prossimità: una città e campagne così sporche e trascurate non sono più tollerabili. Così come ci aspettiamo soluzioni sul fronte arsenico, certi che Michelini ritirerà la proposta di aumento delle bollette perchè rincari e arsenico insieme sono veramente troppo.

In tutto questo leggiamo preoccupati di un bilancio “lacrime e sangue” con aumenti di tasse su tutti i fronti e ci auguriamo vivamente che una manovra così gravosa per le tasche dei cittadini possa essere evitata.

Tre proposte e un metodo di lavoro fondato su tre pilastri: programmazione, lotta agli sprechi e partecipazione. Mettiamo le nostre idee al servizio della Città e a disposizione del Consiglio Comunale perché crediamo possano dare un importante contributo per ripartire, certi che l’amministrazione intenda, in occasione del bilancio, discutere su contenuti e proposte concrete per Viterbo.

 Chiara Frontini
Consigliere comunale movimento civico Viterbo 2020

 


Condividi la notizia:
12 luglio, 2014

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR