--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Spettacolo - L'evento si svolgerà sabato 26, ore 15

Parte Mereio, il progetto itinerante di musica

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Una veduta di Viterbo dall'alto

Una veduta di Viterbo dall’alto

Viterbo – Si svolge tra pochi giorni il primo di una serie di eventi da realizzare all’€™interno di Mereio, il progetto nato dall€™’incontro tra l’associazione culturale Bomarte e il musicista Michele Villetti.

L’€™idea nasce dal desiderio di rivalutare la natura come parte immanente del mondo e nella quale tornare a spendere il proprio tempo, ascoltarla e goderne in semplicità. Riscoprire così i tratti culturali e le consuetudini ad essa intrecciati e che formano l’identità  territoriale.

Da qui il nome del progetto: nel gergo di Bomarzo, sul cui territorio si estende la Riserva,  €œmettere le pecore a Mereio€ significava lasciarle riposare all’€™ombra di un albero nelle ore pomeridiane; espressione usata per analogia anche con le persone.

Durante Mereio sarà  possibile esplorare la Riserva -luogo di interesse naturalistico e archeologico- fornendo ai visitatori una piccola mappa, oppure rilassarsi in tranquillità; e la natura sarà  la cornice ideale per le opere in legno dello scultore Francesco Marzetti di Montefiascone.

Una manifestazione a impatto zero in cui l’€™alimentazione elettrica della strumentazione musicale sarà  prodotta dai generatori di corrente a pedali del progetto di Pedalove, costruiti con materiali di recupero e portabili.

Protagonista del primo concerto la formazione originale del Michele Villetti Quartet: Luca Fattorini al contrabbasso, Luigi Tresca ai sax, Nicola Guida al piano ed effetti. Michele Villetti, fondatore della Repubblica delle Arti e che ha da poco autoprodotto il disco Masileyo (concepito nei boschi della Tuscia), è il curatore della ricerca sonora di questo format e sarà  alla guida dei musicisti che si avvicenderanno durante gli eventi.

“Il carattere dei concerti  – spiegano gli organizzatori – sarà  influenzato dalla natura del luogo, e così la scelta degli strumenti. Utilizzeremo come guida una melodia o un canovaccio fatto di pochi accordi ma sarà  l’€™ispirazione del momento a partorire la nostra performance”€. La musica diventa uno strumento per concretizzare un’€™idea e condividerla con le persone e  le associazioni che vorranno inserirsi in questo progetto.

La Provincia di Viterbo e l’€™Ufficio Parchi insieme con il Comune di Bomarzo sostengono  l’€™evento, trasmesso “€œon web”€ dall’€™emittente multimediale SbobTV che firma anche il materiale promozionale audiviovisivo.

L’evento si svolgerà sabato 26, ore 15 alla Riserva di Monte Casoli.


Condividi la notizia:
21 luglio, 2014

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR