Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Bilancio di previsione - Santucci (Fondazione) contro l'eccessiva pressione fiscale: "Si prospetta un autunno nero per i cittadini".

“Renzi dà e il comune toglie”

di Giuseppe Ferlicca
Condividi la notizia:

Viterbo - Il consiglio comunale - Gianmaria Santucci

Viterbo – Il consiglio comunale – Gianmaria Santucci 

Viterbo – Ai viterbesi più tasse, ma gli assessori i loro stipendi non li toccano.

Non risolverà tutti i problemi, ma sarebbe un segnale, mentre si discute di un bilancio che peserà e molto, sulle tasche dei cittadini.

Senza contare che il taglio ai compensi è stato promesso, ma mai applicato.

“Era un delle cose dette – ricorda Gianmaria Santucci (Fondazione)  – il taglio degli stipendi, ma nessuno se l’è tagliato. Di che stiamo parlando?

Sarebbe un segnale, ridurre i costi della politica, invece le spese sono sempre quelle, anzi, qualcuna in più”.

Intanto la maggioranza è alla ricerca di un difficile punto d’equilibrio sul documento di previsione.

“Da quello che si capisce – osserva Santucci – le posizioni sono distanti. Di certo c’è solo che l’assessora Ciambella aveva promesso l’approvazione del bilancio entro febbraio. Siamo a luglio e ancora si discute.

Non solo: stiamo ancora aspettando di pagare il saldo Tarsu 2013, mentre nel resto d’Italia si discute del 2014”. C’è confusione.

“Sarà un autunno nero per i viterbesi – continua Santucci – i soldi risparmiati con Renzi, a Viterbo se li prende il comune. Per far divertire l’assessora Ciambella o i colleghi Barelli o Saraconi. Non mi pare il massimo”.

Aumentare la Tasi per Santucci sarebbe una scelta folle: “Già lo scorso anno volevano scaricare sui cittadini in modo discriminato il balzello – ricorda Santucci – poi c’è l’Irpef, con il tema di capire su chi ricadranno gli aumenti.

Si parla anche della tassa di soggiorno. Ottima scelta per promuovere il turismo in città”.

I soldi da qualche parte però vanno trovati. “Economie se ne possono fare. Noi come minoranza siamo pronti al confronto e a proporre le nostre idee. Invece sembra che vogliano fuggire.

Certo, è difficile confrontarsi con l’opposizione, quando non hanno un’intesa neppure fra loro.

Al momento stiamo assistendo impotenti. Proposte possiamo farle, quando vorranno ascoltarci”.

 


Condividi la notizia:
14 luglio, 2014

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR