--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Vetralla - Imposta all'azienda distributrice la consegna dei giornali al punto vendita, rimasto sguarnito da sei mesi

Edicola senza giornali, il giudice bacchetta il fornitore

Teverina-Buskers-560x60-sett-19

Condividi la notizia:

Vetralla

Vetralla

Vetralla – Un’edicola lasciata senza quotidiani: il distributore si rifiuta di portarglieli.

Ci è voluto il tribunale civile di Roma per chiudere la querelle tra un esercizio commerciale di Vetralla e il suo fornitore.

Il giudice del tribunale delle imprese, competente in materia di violazioni sulla normativa della concorrenza, ha imposto la distribuzione di quotidiani e periodici a un punto vendita di Vetralla, che non li riceve da più di sei mesi.

Il ricorso, per l’edicola, è stato presentato dall’avvocato Paolo Delle Monache. Il negozio va avanti con la vendita di articoli di cartolibreria. E meno male. Perché se avesse venduto esclusivamente quotidiani, a quest’ora avrebbe chiuso da un pezzo.

L’emorragia di giornali è cominciata a inizio anno. Il distributore avrebbe accampato ogni volta una scusa diversa, fino a lasciare il punto vendita senza stampati. L’azienda fornitrice ha obiettato di avere il diritto di selezionare i punti vendita, secondo una sua logica di convenienza.

Ma il giudice Marzia Cruciani ha dato ragione all’edicola. Penalizzata, secondo l’ordinanza del tribunale di Roma, per “l’impossibilità di accedere al mercato, pur avendo effettuato i necessari investimenti” e per il fatto di non potersi procurare il materiale in modi alternativi: l’azienda fornitrice è distributore esclusivo per la zona di Viterbo e provincia. 

A questo punto, il fornitore dovrà arrendersi a consegnare i giornali anche all’edicola di Vetralla. A meno che non decida di impuntarsi e reclamare il provvedimento del tribunale.


Condividi la notizia:
27 agosto, 2014

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR