--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bolsena - Giovedì 18 settembre alle 17,30, presso la libreria “Le Sorgenti”

“Diario londinese”, Lorenza Mazzetti presenta il suo libro

Condividi la notizia:

Bolsena

Bolsena

Bolsena – Giovedì 18 settembre alle 17,30, presso la libreria “Le Sorgenti” di Bolsena sarà presentato il libro di Lorenza Mazzetti, Diario londinese, Sellerio editore.

Durante l’incontro, organizzato dalla Libr’Osteria “Le Sorgenti” in collaborazione con il Club Unesco Viterbo Tuscia, saranno proiettati anche alcuni estratti dai film “K” e “Together” di Lorenza Mazzetti.

Del libro, dei suoi film e della sua vita Lorenza Mazzetti discuterà con Luciano Dottarelli, presidente del Club Unesco Viterbo Tuscia e con Katia Maurelli, libraia.

Lorenza Mazzetti, una delle figure intellettuali più interessanti ed autentiche che frequentano la Tuscia e ne arricchiscono e fecondano il tessuto artistico e culturale è conosciuta soprattutto per il libro Il cielo cade (Premio Viareggio 1961) e per il film che ne è stato tratto nel 2000 con la sceneggiatura di Suso Cecchi d’Amico, la regia di Andrea e Antonio Frazzi, con attrice protagonista Isabella Rossellini.

Il cielo cade è ispirato alla sua dolorosa esperienza di bambina e al ricordo della strage della famiglia Einstein, che avvenne il 3 agosto 1944 nel territorio di Rignano sull’Arno, nel corso della seconda guerra mondiale, ad opera delle milizie naziste. Sotto gli occhi di Lorenza e della sorellina Paola, che erano rimaste orfane e vivevano con gli zii, furono trucidate tre donne: la zia Cesarina Mazzetti e Luce ed Annamaria Einstein, moglie e figlie di Robert Einstein, che, sopraffatto dal dolore, si suicidò l’anno successivo.

In questi ultimi anni si sta riscoprendo anche il contributo di Lorenza Mazzetti alla storia del cinema, in particolare nella fondazione a Londra del movimento del Free Cinema.

Lorenza Mazzetti partecipò infatti all’ estensione del manifesto programmatico del gruppo insieme con Tony Richardson, Lindsay Anderson e Karel Reitz e il suo film Together, uno dei primi esempi del movimento, fu premiato a Cannes nel 1956.

Nel 2011 la rivista di studi di cinema Cabiria le ha dedicato un intero numero con allegato il dvd di K , il film del 1953 ispirato a La Metamorfosi di Franz Kafka.

Diario londinese racconta la storia di quegli anni: Londra, metà anni Cinquanta. Una ragazza sola in una metropoli a fare i conti con la vita e soprattutto con se stessa, con l’orrore della guerra e del nazismo, ma con una voglia di sopravvivere davvero unica.

Abbandonata in un locale dell’accademia universitaria, dove per la sua tenacia è riuscita ammessa, Lorenza ruba l’attrezzatura per girare un film.

Comincia così il movimento del Free Cinema inglese, una delle «onde nuove» più trascinanti della cultura europea in generale e che ha segnato, con le sue storie di periferie malinconiche e giovani qualunque, il cinema contemporaneo.


Condividi la notizia:
15 settembre, 2014

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR