--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Politica - Lo annuncia Umberto Fusco a una settimana dalla visita del segretario nazionale della Lega Nord Matteo Salvini

“Sarò nell’esecutivo del Partito del Sud”

di Paola Pierdomenico
Condividi la notizia:

Matteo Salvini con Umberto Fusco

Matteo Salvini con Umberto Fusco 

Viterbo – “Sarò nell’esecutivo del Partito del Sud”.

Ad annunciarlo è Umberto Fusco a una settimana dalla visita di Matteo Salvini a Viterbo in occasione del trasporto della macchina di Santa Rosa. Una giornata che Fusco ha definito positiva per l’entusiasmo della gente nei confronti del segretario nazionale della Lega nord.

Alle Europee, la Lega è risalita al 6 per cento, unico partito del centrodestra ad aver aumentato la base elettorale, rispetto a un anno fa. Ora, non più nordista come una volta e soprattutto antieuropea, inizia ad assumere una prospettiva nazionale, aperta, o comunque, proiettata verso il centrosud.

Un’occasione che Fusco non vuole lasciar andare. “Il 3 settembre, i sostenitori della Lega hanno accolto con grande entusiasmo Matteo Salvini – dice -. Il segretario è arrivato a Viterbo nella giornata più importante per la nostra città e ha fatto un giro per le vie del centro. La gente lo chiamava a gran voce chiedendogli di prendere in mano le sorti del paese in un momento così buio”.

Un’accoglienza che Salvini ha detto di non avere avuto nemmeno a Milano. “Ha assistito poi al trasporto della macchina di santa Rosa e ne è rimasto affascinato, documentando la serata sui social network. Punta a essere il futuro leader di un centrodestra che, ora, cerca di rimettere insieme i cocci. Ha dimostrato interesse per il nostro territorio apprezzandone la gente e le risorse”.

Fusco è convinto della presa dei principi della Lega nella Tuscia. “L’Italia deve mantenere la sua identità limitando l’invasione degli immigrati, un fenomeno incontrollabile che va a discapito della sicurezza del paese e del lavoro. Da sempre combattiamo per una tassazione più equa con giuste punizioni per chi non paga. Portiamo avanti la modifica della legge sugli studi di settore, che mette in discussione il futuro delle imprese, e soprattutto vogliamo l’uscita dall’euro e dall’Europa che sta portando alla fame il paese. Tutti temi che sono molto sentiti e condivisi anche nella nostra provincia”.

Le frontiere padane, dunque, si allargano. “La nascita del partito del Sud era nell’aria già dopo il successo della Lega alle Europee. Non è inserito nella Lega, ma lavorerà al suo fianco, riunendo movimenti del centrosud e della Sardegna. In questo modo, vogliamo dare un segnale di continuità politico-territoriale, avvicinandoci alla Toscana e all’Umbria. Credo che per metà ottobre tutto sarà definito”.

Fusco prenderà parte a questa avventura. “Sarò nell’esecutivo e ho chiesto al segretario di proporre Viterbo come luogo di nascita del nuovo partito attraverso cui vogliamo attuare i principi della Lega nord nella nostra provincia. Da statuto, la Lega ha specifici confini di operatività e diffondere nel resto d’Italia uno schieramento che porta nel nome l’indicazione “Nord” poteva essere limitante. Così nasce il partito del sud. L’attenzione è alta e la “Salvini-mania” sta prendendo piede su tutto il territorio nazionale. Da mesi anche qui, nel capoluogo, supportiamo questo progetto. Sono convinto che a Viterbo avremo delle sorprese”.

Paola Pierdomenico


Condividi la notizia:
16 settembre, 2014

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR