--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Ieri la prima udienza - L'uomo era morto dopo una caduta

Muore in ospedale, a processo Angelucci e un medico

Condividi la notizia:

Fabio Angelucci

Fabio Angelucci

Viterbo РEra morto dopo una caduta. Si era rotto il femore alla clinica Santa Teresa. Il ricovero a Belcolle non riuscì a salvarlo.

E’ iniziato ieri il processo per la morte di un 75enne viterbese. In due sono chiamati a risponderne: la dottoressa dell’ospedale Belcolle Sabrina Inciocchi e il legale rappresentante del gruppo Ro.Ri. Fabio Angelucci.

La prima risponde di omicidio colposo. Il secondo di lesioni.

L’anziano viene portato a Belcolle dai familiari nella primavera del 2009: perde sangue dalla bocca. Da qui, per mancanza di posti letto, lo trasferiscono alla clinica degli Angelucci, sulla Tuscanese. E poi di nuovo a Belcolle, quando cadendo in un bagno della clinica si rompe un femore.

Il 75enne muore il 24 aprile 2009. Undici giorni dopo il ricovero. La causa del decesso risulta essere shock emorragico.

Inizialmente, in quattro finiscono nel registro degli indagati. Ma durante l’udienza preliminare il gip Francesco Rigato ha ridotto le posizioni a due, archiviando le altre.

Ieri, davanti al giudice Silvia Mattei, si √® svolta la prima udienza interlocutoria per l’ammissione delle prove, tra documenti e testimoni. I primi, citati dall’accusa, saranno sentiti in aula a giugno.


Condividi la notizia:
4 ottobre, 2014

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR