Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Orte - Violenza sessuale su ragazzina di 16 anni - Operaio esce dal cantiere e tenta di slacciarle la camicetta, proponendo una specie di scambio

Io ti faccio una ricarica telefonica, tu…

Condividi la notizia:

Orte

Orte

Orte – L’ha avvicinata per la strada. Poche parole, per poi cercare di slacciarle la camicetta e palpeggiarle il seno. Lei, 16enne, è fuggita via in preda al terrore.

Per quella presunta violenza sessuale, è stato chiesto l’incidente probatorio.

La ragazza, a un anno e mezzo di distanza dai fatti, dovrà raccontare in aula l’incontro con l’operaio, indagato per quell’approccio fugace con la minorenne e assistito dall’avvocato Luigi Mancini. 

Nella denuncia sporta all’epoca si parlerebbe di una specie di scambio, proposto dall’uomo alla giovane, dopo essere uscito dal cantiere per raggiungerla, mentre lei camminava per strada, ascoltando musica. “So che tu per una ricarica del telefono…”, le si sarebbe rivolto l’operaio, di almeno una ventina d’anni più grande di lei, alludendo alla possibilità di ricambiare quella ricarica con prestazioni sessuali, almeno secondo le indagini. Subito dopo il tentativo di immobilizzarla e aprirle la camicetta, ma lei si è divincolata.

L’udienza, già fissata, è saltata per cavilli burocratici.

Tra pochi mesi, la ragazza dovrà ripercorrere l’episodio punto per punto, per cristallizzare la sua versione dei fatti. Uno psichiatra valuterà la sua attendibilità.

Dopodiché, gli atti passeranno al pm per decidere.


Condividi la notizia:
25 ottobre, 2014

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR