Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Civita Castellana - Risarcimento del comune a un imprenditore - La Destra interroga sindaco e assessore

“Condanna per 300mila euro, non si poteva prevenire?”

Condividi la notizia:

Civita Castellana

Civita Castellana

Civita Castellana – Riceviamo e pubblichiamo l’interrogazione della Destra sulla condanna del comune a risarcire un imprenditore –

Oggetto: interrogazione comunale a risposta scritta – notizie sulla condanna al risarcimento danni del comune di Civita Castellana

Premesso che

– in data primo novembre 2014 le testate giornalistiche riportavano la notizia della condanna del comune di Civita Castellana, a opera del tribunale di Viterbo, per il saldo dei lavori di ampliamento al cimitero di Civita Castellana, realizzato dall’architetto Massimiliano Fuksas.

L’imprenditore, come riportato sui vari articoli, chiedeva al comune un residuo di opere fatte per circa 35mila euro, si è visto rivalutare il suo credito fino a un importo di euro 300mila circa (circa 600 milioni delle vecchie lire) da corrispondere all’imprenditore immediatamente poiché la sentenza è esecutiva.

Sembra inoltre, che i pignoramenti siano già stati avviati dagli avvocati dell’imprenditore che, sempre da notizie apprese dai giornali, hanno iniziato a pignorare i canoni di locazione di diversi beni immobili, nella disponibilità del comune di Civita Castellana.

Considerato che

tale somma si è venuta a maturare in seguito alla causa persa in Consiglio di Stato dove per altro sembrerebbe che il comune di Civita Castellana, come riportato dalle testate giornalistiche, “è stato un fantasma per tutto il procedimento. Notificato l’atto di citazione in giudizio, non si è mai costituito, rimanendo di fatto assente. Contumace per tutta la durata della causa civile”.

Si interroga il sindaco e l’assessore competente

Per conoscere

– se quanto asserito dalla stampa è vero, ossia se il comune di Civita Castellana sia stato condannato a pagare la somma di euro circa 300mila euro (circa 600 milioni delle vecchie lire) come riportato dalle diverse testate giornalistiche;

– se, quanto appreso dalla stampa locale fosse vero, il comune di Civita Castellana quale azioni intende mettere in atto per non far gravare pesantemente la somma di circa euro 300mila euro sul già asfittico bilancio municipale;

– se tale problematica non poteva essere prevenuta mediante il conferimento dell’incarico di difesa all’avvocato dell’ente e/o ad altro avvocato da individuarsi;

– se la somma totale, addebitata dal giudice tramite la sentenza di condanna, non potrebbe rappresentare un possibile debito fuori bilancio;

– se tale somma, oltre a prefigurarsi come un possibile debito fuori bilancio, non potrebbe anche rappresentare un possibile danno erariale ascritto a carico dell’ente;

– quali provvedimenti urgenti si intende adottare per sanare tale debito e se questi provvedimenti andranno a pesare sulle tasche dei cittadini residenti nel territorio del comune di Civita Castellana;

– si chiede infine la copia di tutte le sentenze che riguardano questa causa nei vari gradi di giudizio (anche in forma digitale se questo servirà al fine di un risparmio di risorse per l’ente).

Carlo Angeletti 
Consigliere comunale La Destra


Lavori gratis, il comune dovrà pagare 311mila euro


Condividi la notizia:
5 novembre, 2014

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR