--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - La manifestazione si svolgerà dal 19 novembre all’8 dicembre

Librimmaginari, trona il festival del libro illustrato

Condividi la notizia:

Viterbo dall'alto

Viterbo dall’alto

Viterbo – Dal 19 novembre all’8 dicembre ritorna Librimmaginari, festival di promozione del libro illustrato organizzato da Arci Viterbo.

La quarta edizione di Librimmaginari, dal titolo Avventure dello sguardo, presenta una serie di produzioni culturali che riflettono, da diverse prospettive, sul tema del viaggio.

Il programma di mostre prevede una selezione di alcuni tra i più interessanti autori dell’illustrazione italiana e delle novità editoriali della narrativa per bambini e ragazzi di qualità.

Librimmaginari parte il 19 novembre con una serie di anteprime letterarie e musicali nei circoli Arci del centro storico di Viterbo con Valerio Bindi del festival Crack, il collettivo Wu ming con l’Armata dei Sonnambuli e il musicista Trees of mint per un concerto all’improvviso.

Il 29 novembre al Padiglione Chiarini- Carletti, a La Quercia di Viterbo, si inaugurerà la doppia personale di Rita Petruccioli e Simone Rea, che presentano rispettivamente L’Orlando furioso e innamorato e L’uomo dei palloncini.

Parte centrale del festival è un convegno promosso da Arci Nazionale sulle buone prassi di promozione della lettura in Italia e Francia. Partecipano, tra gli altri, Giovanni Solimine, presidente del Forum per il Libro e per la lettura e autore del libro Senza sapere, il costo dell’ignoranza in Italia.

Dal 3 all’8 dicembre Librimmaginari presenta, inoltre, una serie di letture e presentazioni di libri per bambini e ragazzi.

Avventure dello sguardo è un’indagine sul paesaggio che cambia sotto i nostri occhi e, contemporaneamente, sul nostro sguardo che cambia attraverso il tempo e l’esperienza.

Un percorso di iniziative letterarie e artistiche che si articola in diversi spazi della provincia di Viterbo ospitando narrazioni immaginifiche, viaggi da fermo, circumnavigazioni della memoria. Il festival, promosso da Arci Viterbo e Arci nazionale, è totalmente autofinanziato e curato da Marco Trulli e Marcella Brancaforte.

 


Condividi la notizia:
18 novembre, 2014

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR