--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Crisi in comune - Riunione gruppo Pd - Il segretario Calcagnini: "Sancita l'incompatibilità con Viva Viterbo in maggioranza"

Viva Viterbo, l’assessore Barelli a rischio

di Giuseppe Ferlicca
Condividi la notizia:

Francesco Serra e Leonardo Michelini fuori dal Pd

Francesco Serra e Leonardo Michelini fuori dal Pd 

Stefano Calcagnini e Leonardo Michelini

Stefano Calcagnini e Leonardo Michelini 

L'assessore Giacomo Barelli

L’assessore Giacomo Barelli 

Viterbo – Viva Viterbo, anzi, via Viterbo. Crisi in comune, i gruppi Pd comunale e consigliare certificano l’incompatibilità con Viva Viterbo e appoggiano quanto già in modo piuttosto esplicito hanno fatto sapere sia il capogruppo Francesco Serra, sia il segretario comunale Stefano Calcagnini.

Ieri sera, riunione dei gruppi nella sede democratica. Ci sono tutti, assessori, consiglieri, c’è pure Antonio Delli Iaconi.

In un’altra stanza, per un altro incontro, il sindaco Leonardo Michelini, che prima d’andare via si ferma un minuto a discutere fuori dal Pd con Serra.

Dopo due ore di confronto, intorno alle 20.30, tutti a casa. Con qualcuno che spera come ad andare a casa prossimamente possa essere Viva Viterbo.

Se non fuori dalla maggioranza, almeno dalla giunta.

“Dalla riunione di questa sera – dice Calcagnini – è emersa una volontà unanime del gruppo circa il giudizio già espresso sull’incompatibilità del Pd con Viva Viterbo, circa la permanenza all’interno dell’attuale maggioranza. O quantomeno che esiste un problema politico”.

Adesso che succede? “Spetterà al sindaco Michelini farsi garante di questa nostra oggettiva difficoltà”.

Se c’è un’incompatibilità con il movimento di Filippo Rossi, il Pd cosa chiede? Fuori dalla maggioranza? Fuori dalla giunta?

“Il sindaco – spiega Calcagnini – da quello che ha detto ha lasciato immaginare che non tutti i gruppi di maggioranza debbano avere una rappresentanza all’interno della giunta…”.

Giacomo Barelli è a rischio.

“Il garante della maggioranza è Leonardo Michelini – precisa Calcagnini – noi abbiamo fiducia totale e incondizionata in Leonardo, tuttavia non siamo più disponibili ad accettare distinguo grossolani e quantomeno inopportuni e inaccettabili da Viva Viterbo, su questioni programmatiche che riguardano il programma dell’intera coalizione.

E’ un sentimento comune da parte di tutto gruppo consigliare”.

Adesso tocca a Michelini dipanare la matassa democratica, che s’intreccia con quella di Oltre le mura. Attenzione a non intrigarsi.

Giuseppe Ferlicca

 


Condividi la notizia:
11 novembre, 2014

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR