--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Dopo i sopralluoghi della Regione il sindaco firma un'ordinanza per l ripristino delle condizioni - La famiglia Sensi al comune: "L'acqua è insufficiente, si bonifichi l'area intorno alla callara"

Bullicame, partono i lavori al pozzo San Valentino

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

L'assessore Antonio Delli Iaconi

L’assessore Antonio Delli Iaconi

Viterbo - Il Bullicame

Viterbo – Il Bullicame

Viterbo - Il Bullicame

Viterbo – Il Bullicame

Viterbo - Il Bullicame

Viterbo – Il Bullicame

Viterbo - Il Bullicame

Viterbo – Il Bullicame

Viterbo - Il Bullicame

Viterbo – Il Bullicame 

Viterbo – Partono i lavori al pozzo San Valentino.

Nei giorni scorsi sono stati fatti dei sopralluoghi da parte della Regione al pozzo san Valentino, dopo il crollo del livello dell’acqua al Bullicame. E, ora, con un’apposita ordinanza del sindaco si inizia con gli interventi.

“La regione, dopo aver fatto i sopralluoghi con il direttore delle miniere – dice l’assessore Delli Iaconi -, ha fatto una prescrizione al Comune per il ripristino delle condizioni del pozzo san Valentino, ex ante.
Si era creato un aumento della pressione e la conseguente fuoriuscita di acqua in quantità superiore rispetto a quella normale con un conseguente abbassamento del livello della pozza. Il direttore della miniera Pagano, dopo le indicazioni della Regione, fornirà un progetto sul da farsi per evitare ripercussioni sul bacino circostante.

Il pozzo resterà fermo per la durata dei lavori per arrivare ad attingere l’acqua nella misura giusta della concessione e impedire la fuoriuscita spontanea come avveniva dopo lo sturamento. A breve tuto rientrerà nella normalità”.

Nei giorni scorsi anche la famiglia Sensi delle Terme dei Papi ha scritto all’amministrazione. “Purtroppo il flusso di acqua che arriva dalla callara è insufficiente al regolare funzionamento dello stabilimento – dice Fausto Sensi -. Se non si fa una bonifica reale di tutto ciò che accade intorno alla callara, la sua efficienza sarà sempre compromessa. Vogliamo stimolare l’amministrazione affinché intervenga in maniera rapida per arrivare a una soluzione definitiva.

Il nostro è uno stimolo a risolvere un problema che è reale e che ci mette anche in condizioni critiche. Lo stabilimento è del comune e lo dobbiamo far lavorare al meglio per fornire servizi efficienti. Non vanifichiamo tutto”.


Condividi la notizia:
4 dicembre, 2014

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR