Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Economia - Pasticcerie, forni, carni e formaggi, vendite sui livelli del 2013

Cna, non cala il consumo dei prodotti artigianali

Condividi la notizia:

Dolci di Natale

Dolci di Natale

Dolci di Natale

Dolci di Natale

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Sotto l’albero, un regalo di qualità. E’ questo l’anticorpo della crisi: se il Natale 2014 regge all’urto, è solo grazie ai prodotti realizzati con cura dagli artigiani e alla loro creatività.

Siano di pasticceria, forno, lavorazione carni o formaggi, non fanno crollare i consumi ma – in qualche modo, seppur con alcuni distinguo – li tengono a galla in attesa della ripresa. Perché se è vero che si spende meno, quando si decide di farlo si punta su qualcosa che vale.

Panettoni, torroni, biscotteria: entrando nelle pasticcerie degli artigiani, non si trovano semilavorati, tutto viene fatto con prodotti di prima scelta e di qualità. E’ chiaro che qui si trova un regalo diverso da quello del supermercato. Costa qualcosa in più, ma rende molto di più.

“La gente con la crisi spende meno – dicono gli associati Cna del settore -. Se però il prodotto è di qualità, lo prendono lo stesso”.

Questa caratteristica resta il punto di forza, ma gli artigiani hanno messo in campo anche la creatività: panettoni per single – da 300 e 500 grammi –, cioccolata decorata con frasi celebri o prodotti inventati ex novo.

Reggono anche i forni. Oltre al classico pangiallo, per i panettoni si punta a farciture particolari: castagne, noci, marron glacè, pere e cioccolato. Cambia anche la tipologia del regalo: si punta su prodotti singoli più che sui grandi pacchi.

Nel campo della lavorazione delle carni e dei formaggi vale lo stesso discorso. Non c’è la febbre da acquisto, però almeno i livelli di vendita sono in linea con quelli dello scorso anno.

Salumi e formaggi stagionati sono in cima alla lista. Per tutti c’è una nota positiva: l’iniziativa organizzata dalla CNA sotto i portici di Palazzo dei Priori, a Viterbo, è stata apprezzata.

Cna Viterbo e Civitavecchia


Condividi la notizia:
23 dicembre, 2014

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR