--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Crisi in comune - Santucci (Fondazione) all'attacco di sindaco e maggioranza dopo la verifica che ha portato a nove la giunta

“Michelini ha sbracato Oltre le mura”

Condividi la notizia:

Gianmaria Santucci

Gianmaria Santucci 

Viterbo – (g.f.) – Michelini ha sbracato Oltre le mura, il Pd ha aperto la crisi per cacciare Viva Viterbo dalla maggioranza invece è finita che hanno tolto ad Alvaro Ricci la delega al Centro storico, come aveva detto nel criticatissimo intervento l’ex vice presidente del movimento Alessandro Pepponi.

Il sindaco decide senza consultarsi perché sa che la maggioranza a casa non ce lo manda, in giunta ci sono almeno due assessori delegittimati: Raffaella Valeri e Fabrizio Fersini.

La crisi a palazzo dei Priori vista da Gianmaria Santucci.

Requisitoria senza sconti ieri, dal consigliere Fondazione, che della verifica salva ben poco. Per non dire nulla e per la gioia del sindaco Leonardo Michelini e della maggioranza.

Con tanti auguri al nono assessore Andrea Vannini.

“Una persona di valore – dice Santucci – la stessa cosa che abbiamo detto quando Delli Iaconi è arrivato in giunta, poi ha fatto una brutta riuscita.

Dopo quattro mesi l’hanno cambiato di posto”.

Oltre le mura esce, lista civica del sindaco, dal rimpasto con le ossa rotte . “Sbracata”, per Santucci, dallo stesso Michelini.

“L’assessora Saraconi, rappresentante di Oltre le mura, in consiglio ha detto che per i rifiuti andava rescisso il contratto con Viterbo Ambiente e invece avete mandato via lei dall’Igiene urbana.

Poi i due consiglieri Tofani e Moltoni. Non abbiamo ancora capito perché avete messo in bilancio le somme per il danno erariale Cev.

Una reazione alle critiche sollevate dal capogruppo Oltre le mura, che ha aperto la crisi? Coincidenza stridente”.

Quindi due assessori. “Raffaella Valeri è in una situazione imbarazzante. Tutti sanno che sta lì perché non avete trovato nessuno per sostituirla. Questo si è visto dal dibattito di questi giorni, mentre Fabrizio Fersini, fino a martedì mattina doveva lasciare i Servizi Sociali, poi per la rivolta di una parte del Pd, il sindaco, dopo avere fatto capire che la delega non era più la sua, è tornato sui suoi passi”. Delegittimandolo politicamente.

Ce n’è per il Partito democratico: “C’è stata una durissima presa di posizione per mettere fuori dalla maggioranza Viva Viterbo, siete partiti per cacciarli ed è finita che alla fine è stato tolto l’assessore Alvaro Ricci dal Centro storico.

Come fate a essere contenti?

L’unico ad averci visto lungo è stato Alessandro Pepponi, che aveva chiesto le sue dimissioni e voi ve la siete presa.

Ha auto ragione lui e si è dovuto dimettere dalla vice presidenza del movimento”.

Quindi a tutta la maggioranza: “Il sindaco, come avvenuto per il nono assessore, decide per conto proprio senza coinvolgere la coalizione, perché ha capito che tanto a casa non ce lo mandate.

Voi non volete Michelini e io nemmeno. Io mi sento prigioniero politico e così lo siete voi.

Qualcuno ponga un termine, non per noi, ma per la città che fuori guarda.

Come opposizione dobbiamo tornare a parlare con i cittadini e spiegare che un’alternativa c’è”.


Condividi la notizia:
5 dicembre, 2014

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR