--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Civita Castellana - L'intervento di Domenico Parroccini, Silvia La Bella, Carlo Angeletti

“Non si può annientare la banda folcloristica Rustica”

Condividi la notizia:

Civita castellana - Il Carnevale

Civita castellana – Il Carnevale

Civita castellana - Il Carnevale

Civita castellana – Il Carnevale

Civita castellana - Il Carnevale

Civita castellana – Il Carnevale

Civita Castellana – Riceviamo e pubblichiamo – Al presidente del Consiglio comunale, al segretario generale del Comune di Civita Castellana, al collegio dei Revisori dei Conti del comune di Civita Castellana.

Premesso che la Rustica nacque nel 1956 durante la nevicata storica con le fabbriche di ceramica chiuse.

Una decina di pionieri iniziarono a strimpellare fra loro e nel 1958 in un rinascente Carnevale civitonico fecero la loro uscita ufficiale, animati dall’amore per la musica, decisero di partecipare al Carnevale come gruppo, utilizzando un costume da tirolese e una sgangherata formazione musicale che al posto degli strumenti tradizionali usava pentole, coperchi,recipienti di lamiera, elaborati in maniera da creare folklore e suoni d’accompagnamento.

Il successo fu immediato e dall’ora furono sempre presenti alla kermesse carnascialesca cittadina, indossando ogni anno un nuovo originale costume che li ha fatti entrare nella storia di Civita Castellana e del nostro Carnevale.

Considerato che in seguito alla decisione politico amministrativa adottata dell’esecutivo Angelelli di escludere la “Banda Folkloristica La Rustica “ dal Carnevale Civitonico 2015 , la stessa è stata oggetto di aspre critiche sia sulla stampa locale , sia sui social network in quanto il sodalizio musicale rappresenta un patrimonio folkloristico e culturale per Civita Castellana.

Ritenuto che il Carnevale civitonico senza La Rustica, a nostro parere , non è’ Carnevale. Non e’ retorica ma la realtà! Annientare la nota Banda Folcloristica significa uccidere l’anima ruggente carnevalesca civitonica.

Questa incresciosa situazione mortifica l’anima folcloristica della città’ , svilisce il Carnevale stesso, deprezza la goliardica risorsa umana dei componenti della stessa Banda.

Valutato che la Banda Folkloristica la Rustica dal 1994 è diventata un’associazione senza scopo di lucro e a questo punto occorrerebbe che l’amministrazione comunale inserisse questo storico complesso folkloristico nel contesto di quelle associazioni culturali che fanno capo all’Ente Municipale, provvedendo al suo sostegno con una sede adeguata e con un contributo significativo.

Il consiglio comunale impegna il sindaco e la giunta

1) Ad istituire nel redigendo Bilancio 2015, un capitolo di spesa che preveda l’erogazione annuale di un contributo economico pari ad euro 8.000, atto a sostenere l’attività della Banda Folkloristica La Rutica;

2) Ad individuare dei locali comunali in comodato d’uso gratuito (come già è avvenuto per altre associazioni ) al fine di essere utilizzati per le prove e la formazione dei musicisti del sodalizio.

Il gruppo consigliare Forza Italia
Domenico Parroccini – Silvia La Bella

Il consigliere comunale
Carlo Angeletti

 

 

 

 

 


Condividi la notizia:
19 gennaio, 2015

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR