--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Economia - Quanto e come devono pagare le imprese

Le nuove norme per il versamento annuale agli enti camerali

Condividi la notizia:

Viterbo - La camera di commercio

Viterbo – La camera di commercio

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Il ministero dello Sviluppo economico, secondo quanto indicato dall’articolo 28 comma 1 della legge 114/2014 in cui si prevede a partire da quest’anno la riduzione del diritto annuale dovuto alle camere di commercio, ha definito la misura del versamento a carico delle imprese per il 2015.

Al tributo del diritto annuale sono tenute tutte le imprese che al 1 gennaio 2015 sono iscritte o annotate nel registro delle imprese, oppure nel Rea, e dovranno effettuare il versamento in un’unica soluzione, entro il termine massimo per il pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi.

Le imprese di nuova iscrizione invece dovranno versare al momento dell’iscrizione, oppure entro 30 giorni dalla presentazione della domanda con modello F24.

Il versamento andrà effettuato arrotondando all’unità di euro, rispetto alla cifra esatta riportata nel documento: in eccesso per la frazione decimale uguale o superiore a 50 centesimi, per difetto se inferiore.

Questa la tabella riepilogativa degli importi in base alla tipologia di impresa:

IMPORTI FISSI

Tipologia d’impresaImporto sede anno 2014Importo sede anno 2015 al netto riduzione 35%Importo Unità Locale anno 2014Importo unità locale anno 2015 al netto riduzione  35%
Imprese che pagano in misura fissa    
Imprese individuali iscritte nella sezione speciale del Registro ImpreseEuro 88,00Euro 57,20Euro  18,00Euro 11,44
Imprese individuali iscritte nella sezione ordinaria del Registro impreseEuro 200,00Euro 130,00Euro 40,00Euro 26,00
Soggetti che in via transitoria pagano in misura fissa    
Società semplici agricoleEuro 100,00Euro 65,00Euro 20,00Euro 13,00
Società semplici non agricoleEuro 200,00Euro 130,00Euro 40,00Euro 26,00
Società tra avvocatiEuro 200,00Euro130,00Euro 40,00Euro 26,00
Soggetti iscritti al REAEuro 30,00Euro 19,50  
IMPRESE CON SEDE PRINCIPALE ALL’ESTERO    
Unità locali e/o sedi secondarie di imprese con sede principale all’estero  Euro 110,00Euro 71,50

Le restanti tipologie di imprese iscritte al Registro delle Imprese sono tenute al versamento del diritto annuale sulla base del fatturato, ai fini Irap,  secondo i seguenti scaglioni :

Scaglioni di fatturato (somma degli importi dovuti per ciascuno scaglione con arrotondamento matematico al quinto decimale)Aliquote
Da €. 0                                          ad €. 100.000,00Euro 200,00 (misura fissa)
Oltre €. 100.000,00                    ad €. 250.000,000,015%
Oltre €. 250.000,00                    ad €. 500.000,000,013%
Oltre €. 500.000,00                    ad €. 1.000.000,000,010%
Oltre €. 1.000.000,00                ad €. 10.000.000,000,009%
Oltre €. 10.000.000,00              ad €. 35.000.000,000,005%
Oltre €.  35.000.000,00            ad €. 50.000.000,000,003%
Oltre €. 50.000.000,00 fino ad un massimo di €. 40.000,000,001%

L’importo del diritto annuale, come sopra quantificato, deve essere poi ridotto del 35% : di conseguenza la misura minima è pari a 130 euro mentre la misura massima è pari a 26mila euro.

Le unità locali che si iscrivono nel corso del 2015 e appartenenti  ad imprese già iscritte nel registro delle imprese devono pagare, entro 30 giorni dalla domanda di iscrizione della nuova U.L.,  l’importo di €. 26,00 pari al 20% della misura base.

Camera di commercio di Viterbo


Condividi la notizia:
12 gennaio, 2015

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR