--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cna - Lo prevede la Legge di Stabilità 2015

Sgravio contributivo fino a 8.060 euro l’anno per ogni nuova assunzione

Condividi la notizia:

Riccardo Pera, responsabile Cna balneatori

Riccardo Pera

Viterbo – I datori di lavoro privati che effettuino nuove assunzioni a tempo indeterminato, con partenza il primo gennaio 2015 e stipula entro il 31 dicembre di quest’anno, beneficiano di uno sgravio totale dei contributi a proprio carico, per un periodo massimo di 36 mesi.

In pratica, vengono esonerati dal versamento dell’intera aliquota contributiva fino a 8.060 euro annui (sono esclusi i premi Inail). Lo prevede la Legge di Stabilità 2015.

“E’ un incentivo che facilita le assunzioni e determina, per l’impresa, un aumento del reddito disponibile, nonostante persistano evidenti difficoltà a sviluppare le attività e a creare occupazione”, è il commento della Cna, pronta a fornire informazioni dettagliate sulla norma e ad assistere gli interessati.

“Rispetto ad analoghe misure di incentivazione attuate in passato, si amplia la platea dei soggetti che possono fruire degli sgravi. Restano esclusi solo i contratti di apprendistato e quelli di lavoro domestico, così come il beneficio non può essere richiesto per i lavoratori che nei sei mesi precedenti l’assunzione siano stati occupati a tempo indeterminato presso qualsiasi altro datore di lavoro o che abbiano avuto con l’azienda un rapporto di lavoro a tempo indeterminato nei tre precedenti l’entrata in vigore della Legge di Stabilità oppure, altro caso, siano stati assunti, in passato, a tempo indeterminato grazie a sgravi contributivi”, spiega Riccardo Pera, responsabile dell’Area Politiche del Lavoro della Cna di Viterbo e Civitavecchia.

“E’ previsto lo sgravio – aggiunge – anche per il settore agricolo, con esclusione dei lavoratori che nel 2014 siano risultati occupati a tempo indeterminato e di quelli a tempo determinato iscritti negli elenchi nominativi per un numero di giornate di lavoro non inferiore a 250 con riferimento all’anno solare 2014.

Ci sono ancora problemi aperti – conclude -, ma invitiamo gli imprenditori che intendano assumere, a prendere in considerazione questa agevolazione”.


Condividi la notizia:
7 gennaio, 2015

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR