Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Asl capofila nel Lazio - Al progetto partecipano 40 medici - Nella Tuscia 16.846 persone malate, cento nuovi casi l'anno

Diabete, arriva la cartella clinica informatizzata

Condividi la notizia:

A destra, Lina della Monache

A destra, Lina della Monache

Viterbo - La conferenza della Asl

Viterbo – La conferenza della Asl 

Viterbo – Diabete, per i pazienti arriva la cartella clinica informatizzata.

E’ il progetto lanciato dalla Asl di Viterbo, prima azienda nel Lazio a dare vita a un’iniziativa simile.

Vi partecipano quaranta medici distribuiti su tutto il territorio della Tuscia. Si tratta di un passo in avanti significativo.

I malati di diabete saranno seguiti dal proprio medico o specialista, ma i professionisti coinvolti potranno scambiare informazioni in tempo reale sul loro paziente, attraverso un programma in grado di mettere in connessione la cartella con la rete multicentrica aziendale.

Si potranno così condividere esami, indicazioni terapeutiche e altre informazioni utili a realizzare un percorso integrato che garantisca al paziente un accesso alle cure facilitato e guidato.

L’iniziativa è stata presentata ieri alla Cittadella della salute.

Oggi uno dei problemi è rappresentato proprio dal mancato scambio d’informazioni fra medici, che lavora il più delle volte in modo autonomo rispetto ai colleghi.

Questo rendere difficile per la persona, l’accesso alle cure. Oggi in Italia tre milioni di persone convivono con il diabete e un altro milione non ha ancora ricevuto una diagnosi della malattia, che stando ai dati Istat è in progressivo aumento.

A Viterbo, secondo i dati 2011 del censimento, su 312.864 abitanti, 16.846 persone hanno il diabete (dato aggiornato a febbraio 2015).

Nella fascia compresa fra zero e 14 anni, l’incidenza del diabete di tipo 1 è di sei nuovi casi l’anno.

In generale nella Tuscia la stima è di cento nuovi casi l’anno.

Alla presentazione, anche Lina Delle Monache, presidente Cladiab, il coordinamento Lazio delle associazioni persone con diabete. “

Il progetto di gestione integrata che ha adottato la nostra Asl – spiega Delle Monache – ha l’obiettivo di ottimizzare le cure e prevenire complicanze, i veri costi della malattia diabetica, come complicanze cardiovascolari, cecità e dialisi ed evitare accessi impropri ospedalieri.

Negli anni sono stati fatti enormi passi in avanti. Ricordo undici anni fa, con mio figlio, non esisteva nulla”.


Condividi la notizia:
26 febbraio, 2015

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR