Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - La procura si oppone - Udienza il 3 marzo

Ugo Gigli al Riesame per il computer

Condividi la notizia:

Ugo Gigli

Ugo Gigli

Viterbo – Ugo Gigli davanti al tribunale del Riesame.

Il direttore generale dell’Ater di Viterbo, sollevato dall’incarico a fine gennaio, fa ricorso contro il sequestro del suo computer durante l’ultimo sopralluogo della finanza.

La procura ha provato a opporsi: il sequestro non sarebbe propriamente un sequestro, in realtà, ma un’acquisizione di atti, documenti e materiali utili al nuovo filone d’inchiesta contro ignoti per peculato, abuso d’ufficio e falso. 

L’udienza è fissata al 3 marzo, quando il pm Renzo Petroselli e gli avvocati di Gigli discuteranno le loro posizioni davanti al Riesame.

All’Ater, i finanzieri del nucleo di polizia tributaria, coordinati dal colonnello Costagliola, erano tornati la mattina del 19 febbraio.

Per diverse ore hanno setacciato gli uffici. Nel mirino degli investigatori, a quanto pare, sarebbe finito l’ultimo contratto di Gigli, che non risulta attualmente indagato nel nuovo filone d’inchiesta.

Dall’ente di via Garbini, le fiamme gialle della tributaria sarebbero uscite con un voluminoso faldone di atti, più i computer. Tra cui quello di Gigli. Proprio per questo l’ex numero uno dell’Ater ha dato mandato ai suoi legali di adire il tribunale del Riesame che, dal 3 marzo, ha dieci giorni di tempo per decidere se rimettere il computer in mano a Gigli o lasciarlo alla finanza. 


La finanza torna all’Ater


Condividi la notizia:
26 febbraio, 2015

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR