Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Così il sindaco Leonardo Michelini durante la riapertura del Gran caffè

“Schenardi è la storia di questa città”

di Elisa Cappelli
Condividi la notizia:

Viterbo - La riapertura del Gran caffè Schenardi

Viterbo – La riapertura del Gran caffè Schenardi

Viterbo - La riapertura del Gran caffè Schenardi

Viterbo – La riapertura del Gran caffè Schenardi

Viterbo - La riapertura del Gran caffè Schenardi

Viterbo – La riapertura del Gran caffè Schenardi

Viterbo - La riapertura del Gran caffè Schenardi

Viterbo – La riapertura del Gran caffè Schenardi

Viterbo - La riapertura del Gran caffè Schenardi

Viterbo – La riapertura del Gran caffè Schenardi

Viterbo - La riapertura del Gran caffè Schenardi

Viterbo – La riapertura del Gran caffè Schenardi

Viterbo - La riapertura del Gran caffè Schenardi - Corale San Giovanni

Viterbo – La riapertura del Gran caffè Schenardi – Corale San Giovanni

Viterbo - La riapertura del Gran caffè Schenardi

Viterbo – La riapertura del Gran caffè Schenardi

Viterbo - La riapertura del Gran caffè Schenardi

Viterbo – La riapertura del Gran caffè Schenardi

Primo Panaccia e Leonardo Michelini

Primo Panaccia e Leonardo Michelini

Viterbo - La riapertura del Gran caffè Schenardi

Viterbo – La riapertura del Gran caffè Schenardi

Leonardo Michelini, Primo Panaccia e Marcello Meroi

Leonardo Michelini, Primo Panaccia e Marcello Meroi

Aldo Pennello

Aldo Pennello

Viterbo – Il Gran caffè Schenardi ha riaperto i battenti.

Si è svolta oggi pomeriggio l’inaugurazione ufficiale del locale, su invito. Il 6 marzo aprirà ufficialmente al pubblico.

E’ tornato a riempirsi di dolci, torte e caffè. Ma Schenardi non sarà solo questo (video – fotogalleryslide).

L’obiettivo è quello di trasformarlo in un caffè letterario che ospiti tante iniziative, un posto in cui leggere giornali da tutto il mondo e un angolo multimediale.

“Ho cercato di far rinascere la storia di Viterbo – ha affermato Primo Panaccia -. Schenardi guarda al caffè letterario storico. Questo è solo l’inizio, la sfida più grande sarà portarlo avanti. Perdonateci se faremo qualche errore ma non sarà facile“.

Tra le novità del Gran caffè Schenardi, un accordo con la Provincia e la scuola alberghiera e un accordo con l’Università della Tuscia per tre borse di studio da dare ai giovani per studiare la Viterbo del futuro.

E in arrivo, anticipa Panaccia, anche strumenti tecnologici.

Auguri e tanti complimenti da parte del sindaco Leonardo Michelini.

“Schenardi rappresenta la storia e la memoria di questa città – ha dichiarato il primo cittadino -. Rappresenta la cultura della città. E’ un esempio di quel caffè dove si assapora la cultura e la bellezza del posto.

Tra i punti del mio programma – ha continuato – c’è la riapertura dei luoghi della cultura. E, oltre al museo civico e al teatro dell’Unione (ndr. ancora work in progress) c’era anche Schenardi.

Perché – ha concluso – venire a Viterbo senza poter visitare Schenardi me lo hanno rinfacciato. Questi luoghi vanno vissuti, non devono essere dimenticati. Soprattutto per i giovani che vedono, così, prospettive per il futuro in questa città“.

La festa, però, non finisce qui.

Proseguirà per le vie del centro anche domenica 8 marzo: piazza del Comune, via Roma e piazza delle Erbe saranno il palcoscenico di artisti di strada, giocolieri e cantastorie, con popcorn e zucchero filato per i bambini.

La riapertura dello storico caffè, che da sempre è il simbolo della città, rappresenta un piccolo segnale di ripresa per il centro storico e un modo per far ritornare la gente a popolarlo.

Presenti all’inaugurazione, tra gli altri, la presidente del consiglio comunale Maria Rita De Alexandris, Alvaro Ricci, Antonio Delli Iaconi e Giacomo Barelli, Raffaele Ascenzi, Ermanno Mazzetti di Coldiretti, Laura Allegrini, Enrico Panunzi, Aldo Pennello, il presidente della provincia Marcello Meroi.

Ad allietare il pomeriggio la corale San Giovanni.

Elisa Cappelli


Condividi la notizia:
5 marzo, 2015

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR