--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Il vice sindaco Renato Bacciardi fa un appello contro questa pratica "crudele e degradante"

Cani abbandonati a Tarquinia, è allarme

Condividi la notizia:

Tarquinia - I cuccioli abbandonati il 9 aprile

Tarquinia – I cuccioli abbandonati il 9 aprile

Il vice sindaco di Tarquinia Bacciardi

Il vice sindaco di Tarquinia Bacciardi

Tarquinia – “Abbandonare un animale è un reato in base alla legge 189 del 2004, oltre che un atto crudele e degradante”.

Lo sottolinea il vice sindaco di Tarquinia Renato Bacciardi, in seguito al recente moltiplicarsi di casi di abbandono di cani, l’ultimo, il 9 aprile, quello di cinque cuccioli in località Turchina.

“Cuccioli ritrovati dall’Aeopc, in collaborazione con il servizio veterinario dell’Ausl di Viterbo e la polizia locale, e ora affidati al canile municipale – prosegue il vice sindaco -. Nelle ultime settimane abbiamo purtroppo avuto un aumento considerevole di cani lasciati in campagna o lungo le strade principali del territorio tarquiniese, come la statale Aurelia, la Litoranea e l’Aurelia bis. Chi abbandona un animale può essere punito con l’arresto fino a un anno o con un’ammenda fino a 10mila euro.

La sensibilità di una comunità si misura anche dalla concreta attenzione a un problema di estrema attualità e dalla capacità di trovare idonee soluzioni attraverso iniziative e comportamenti all’insegna del senso di responsabilità e del rispetto per gli amici a quattro zampe”.


Condividi la notizia:
11 aprile, 2015

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR