Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Civita Castellana - Fratelli d'Italia chiede spiegazioni al sindaco sul bando di gara per servizi e forniture per il controllo della velocità

“Il comune non vuole i tutor ma gli autovelox”

Condividi la notizia:

Civita Castellana

Civita Castellana

Civita Castellana – Riceviamo e pubblichiamo – Se il sindaco Angelelli chiede chiarezza alla Provincia di Viterbo sui tutor installati sulla Nepesina, Fratelli d’Italia chiede spiegazioni al primo cittadino e alla sua amministrazione sul bando di gara per servizi e forniture connessi al codice della strada (num. gara 5875815 C.I.G. 6062981233), avviso che riguarda la fornitura per il controllo della velocità.

In sostanza, il Comune di Civita non vuole i tutor perché preferisce metterci gli autovelox. La durata del contratto sarà di tre anni (2015/2017), il noleggio dell’attrezzatura costerà 408.000 Euro, soldi che, ovviamente, usciranno dalle tasche dei cittadini, come sempre inconsapevoli delle decisioni della giunta Angelelli. La tratta prevista dalla Delibera di Giunta n. 295/2014, in cui saranno installati i box degli autovelox, va dal Km 12,717 al Km 16,100 della provinciale Nepesina e lungo la provinciale 74 Quartaccio dopo il bivio in direzione Borghetto.

In definitiva gli automobilisti non dovranno vedersela solo con i tutor, che fortunatamente sono stati disattivati durante le ore diurne grazie anche all’intervento del consigliere provinciale di FdI-AN Alberto Cataldi, in attesa dell’aumento del limite di velocità, ma dovranno stare attenti anche agli autovelox posizionati lungo il tragitto.

Riteniamo che prima di tutto esista un problema di costi chiedendosi se la spesa di tali rilevatori di velocità sia consona al progetto o se, come accaduto con le 40 torrette per autovelox installate dal Comune di Orte, gli stessi rimarranno inutilizzati con la chiara conseguenza di una spesa inutile”. “Non vorremmo che la questione autovelox del Comune di Orte, che ha interessato addirittura trasmissioni televisive importanti come “Le Iene” si ripetesse anche a Civita Castellana con l’installazione di un doppio sistema di rilevazione nello stesso tratto di strada sempre a discapito delle tasche dei Cittadini.

Inoltre in data 22 dicembre 2014, a seguito di delibera del Consiglio Comunale (n.56/2014), Il Comune di Civita Castellana ha stipulato una convenzione con il comune di Gallese, in cui si prevede la gestione associata per i prossimi 3 anni della funzione di “Polizia municipale e Polizia amministrativa locale” la cui responsabilità del servizio viene conferita al comune capofila che in questo caso sarà Civita Castellana, mansione che, in realtà è stata assegnata al Comandate dei Vigili di Gallese in quanto quello del Comune capofila non rispondeva al profilo preposto.

Insomma tra vigili non idonei e affitto di autovelox i civitonici si trovano sicuramente in mani sicure, mani dei cittadini che invece non fanno altro che tirare fuori dai propri portafogli sempre più soldi a fronte dell’aumento del costo dei servizi e dei tributi da parte di chi in realtà dovrebbe aiutarli a stare meglio.

Fratelli d’Italia –Alleanza Nazionale Civita Castellana


Condividi la notizia:
28 aprile, 2015

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR