Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Operazione Drago - Prosegue il processo alle ventuno persone che avrebbero aiutato i presunti pusher

Favoreggiamento agli spacciatori, sì alle intercettazioni

Condividi la notizia:

La droga

La droga sequestrata nell’operazione Drago

Viterbo – Favoreggiamento agli spacciatori, sì all’uso delle intercettazioni.

Potranno essere utilizzate nel processo ai favoreggiatori dei presunti pusher le intercettazioni che servirono ai carabinieri per mettere fine alla lunga indagine, denominata Drago, culminata con quaranta arresti.

Il blitz, scattato nel maggio del 2012, è sfociato in più di un processo. Alcuni infatti hanno deciso di patteggiare. Altri, quelli che devono rispondere alle accuse più gravi, sono finiti di fronte al collegio dei giudici. Altri ancora sono alla sbarra per traffico di cocaina e anabolizzanti.

Ieri, invece, si è tenuta di fronte al giudice Eugenio Turco, l’udienza per i ventuno che rispondono soltanto di favoreggiamento e che, quindi, avrebbero soltanto aiutato i presunti spacciatori essendone, in alcuni casi, anche clienti.

Il giudice, intanto, ha stabilito che sarà possibile utilizzare anche in questo processo le intercettazioni che coinvolgono queste ventuno persone.

Resta da verificare se si potrà far riferimento alle dichiarazioni rese dagli imputati durante il blitz dei carabinieri.

Come sollevato dall’avvocato Taurchini, infatti, è importante capire se alle persone ascoltate mentre gli inquirenti eseguivano le perquisizioni sia stato specificato che quello che dicevano lo stavano dichiarando in qualità di presunto indagato oppure semplicemente di persona informata sui fatti.

Il giudice su quest’ultimo aspetto scioglierà la riserva nella prossima udienza del 16 aprile, dopo aver controllato gli atti a sua disposizione.


Condividi la notizia:
3 aprile, 2015

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR