Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montefiascone - Disposto l'accompagnamento coattivo: i carabinieri andranno a prenderla a casa

Violentata nella capanna del presepe, 14enne davanti al giudice con la forza

Condividi la notizia:

Montefiascone

Montefiascone

Montefiascone – La prossima volta l’andranno a prendere i carabinieri.

E’ saltato per la terza volta consecutiva l’incidente probatorio sulla 14enne che ha denunciato uno stupro di gruppo, dentro la capanna di un presepe.

Ieri, il gip del tribunale dei minori ha disposto l’accompagnamento coattivo: significa che la ragazza non è più autorizzata a venire autonomamente davanti al giudice, ma dovranno portarcela i carabinieri. 

I fatti risalirebbero al 6 dicembre scorso: quel pomeriggio, la 14enne era uscita con alcuni suoi amici. Amici che l’avrebbero trascinata dentro la capanna in costruzione per il presepe del quartiere e poi violentata. Erano in tre, anche loro giovanissimi: 16, 17 e 18 anni appena. Nella denuncia sporta dalla ragazzina ai carabinieri di Montefiascone, si preciserebbe che il tutto sarebbe avvenuto sotto minaccia: se lei non avesse acconsentito a seguirli e a prestarsi alle loro richieste sessuali, loro avrebbero messo in giro voci terribili sul suo conto.

La procura presso il tribunale dei minori di Roma, competente data la giovanissima età della ragazza e degli indagati, aveva chiesto l’incidente probatorio per cristallizzare la versione della 14enne. Troppo piccola e troppo provata per conservare a lungo i particolari di quella sera.

Dopo due rinvii consecutivi, per problemi burocratici, il terzo, per via dell’assenza della ragazza, era del tutto inaspettato. Per gli inquirenti, del resto, è importante raccogliere ora i ricordi della ragazza, prima che sia troppo tardi. In audizione protetta e in forma strettamente riservata, per risparmiarle il trauma di tornare in aula a distanza di anni e ripercorrere tutto, magari davanti ai denunciati.


Articoli: Violentata nella capanna del presepe, incidente probatorio a fine mese – Violentata dentro la capanna del presepe, oggi l’incidente probatorio – Daniela Bizzarri: “Una ragazza coraggiosa che non deve arrendersi” – Violentata nella capanna del presepe, la denuncia dopo sei giorni – Minorenne violentata nella casetta del presepe da tre coetanei


Condividi la notizia:
15 aprile, 2015

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR