Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - La replica dell'assessore Vannini al Movimento 5 stelle

“Le bare sono state distrutte dal crollo di un cipresso”

Condividi la notizia:

Bare a vista al cimitero San Lazzaro

Viterbo – Bare a vista al cimitero San Lazzaro 

Viterbo - Bare a vista al cimitero San Lazzaro

Viterbo – Bare a vista al cimitero San Lazzaro 

Viterbo – “Ringrazio chiunque segnali situazioni critiche in città riguardo a quanto di mia competenza, in uno spirito di piena e sincera collaborazione. Mi riservo tuttavia il diritto di replica su quanto dichiarato”.

Queste le parole dell’assessore alle politiche cimiteriali Andrea Vannini in risposta ai rappresentanti del Movimento 5 Stelle che hanno recentemente segnalato situazioni di degrado all’interno del Cimitero San Lazzaro.

“La bara in bella vista – prosegue l’assessore – si riferisce a un mausoleo distrutto dal crollo di un cipresso durante gli eventi ventosi dello scorso marzo. Come precedentemente comunicato, a seguito della rimozione delle piante cadute, si è proceduto alla nomina di un tecnico per la valutazione dei danni alle tombe e contestualmente alla ricerca degli eredi delle stesse.

Durante tale fase nulla è stato toccato proprio per permettere una corretta valutazione dei danni. È vero che a seguito della distruzione del mausoleo una bara è stata esposta, e che la copertura in legno è stata pesantemente danneggiata, lasciando comunque intatta la parte zincata. Tuttavia sulla stessa è stato posto un telo, visibile dalle foto prodotte, che la ricopriva integralmente, almeno fino a lunedì scorso. Chi abbia rimosso il telo non mi è dato saperlo. Ricordo, per inciso, che non possono essere scattate foto alle tombe internamente al cimitero, se non autorizzati. C’è anche da dire che gli eredi del mausoleo in oggetto hanno contattato il servizio cimiteriale solo da pochi giorni”.

Riguardo all’assenza di personale agli ingressi, l’assessore ricorda che “attualmente al cimitero di San Lazzaro l’organico è costituito da 4 vice-custodi che operano in coppia nei turni della mattina e pomeridiani, dividendosi tra settore vecchio e nuovo del cimitero stesso. Chi conosce i calendari di turnazione e delle ferie, saprà benissimo come sia facile che un operatore rimanga solo per un turno, magari per assenza del collega per malattia o ferie. Durante il recente passato l’organico del cimitero è diminuito di 3 unità ed è assolutamente sottodimensionato rispetto alle necessità della struttura. Su questo voglio lavorare nei prossimi mesi insieme al consiglio e alla giunta. Per quanto riguarda invece la raccolta differenziata – continua Vannini – non ho molto da aggiungere.

È vero che non viene effettuata in maniera appropriata, ma è altrettanto vero che stiamo elaborando un piano di intervento per aggiungere bidoni dell’organico, plastica, vetro e carta e avviarla con la collaborazione del personale della Silve. Sarà mia cura comunicare quando il nuovo piano verrà attuato.

Al cimitero di San Lazzaro stiamo facendo però qualcosa di nuovo. Anzi, direi unico nel Lazio – aggiunge l’assessore Vannini -: siamo in fase di arrivo per l’apertura dell’area della memoria, luogo dove si svolgeranno le cerimonie laiche di dispersioni delle ceneri, per le quali abbiamo discusso in commissione la modifica del regolamento. Abbiamo inoltre consegnato l’area del cimitero islamico rispondendo alle richieste della comunità islamica residente in provincia. Sono piccole cose – conclude Vannini – ma fatte con uno spirito di profondo rispetto e considerazione di tutte le culture laiche e religiose che sono rappresentate sul nostro territorio”.


Condividi la notizia:
29 maggio, 2015

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR