--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Crisi in comune - Il sindaco vara la squadra a 7 - Malumori nel centrosinistra

Giunta prendere o lasciare, maggioranza spaccata

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

La seduta del consiglio comunale

La seduta del consiglio comunale 

Viterbo – Tutto è compiuto, ma non ancora tutto è risolto.

Crisi in comune, ieri Leonardo Michelini ha deciso di fare il sindaco. Forza le tappe e a fine seduta annuncia la sua giunta. Lasciano a bocca aperta una parte della sua maggioranza. Non se l’aspettavano.

Il tempo delle trattative è scaduto. O è così o si va a casa. Prendere o lasciare.

Come anticipato, la sua squadra è composta da sette elementi. Ad Alvaro Ricci, Luisa Ciambella, Raffaela Saraconi, Antonio Delli Iaconi, Andrea Vannini, Giacomo Barelli, si aggiunge Alessandra Troncarelli ai Servizi sociali.

Dopo Raffaella Valeri, protocollate le dimissioni pure di Alessandra Zucchi.

Quattro rappresentanti al Pd, due alle civiche, più Vannini.

Ma se dal centrosinistra Maurizio Tofani apprezza la scelta, anche se non condivide alcune decisioni, Sergio Insogna, teoricamente anche lui di Oltre le mura, è duro: “E’ una nuova umiliazione – dice rivolgendosi a Michelini – che lei fa al nostro gruppo.

Una situazione singolare e imbarazzante. Non ci sentiamo garantiti dalla sua decisione”.

Critico nel Pd anche Marco Volpi, del sottogruppo democratico dei sette vicini al capogruppo Serra: “Siamo sorpresi, avevamo parlato di prospettive, amministrazione, cogliamo con stupore questa spinta in avanti”.

Poco prima la presidente Maria Rita De Alexandris aveva rimesso nelle mani del consiglio il suo mandato. Non si è dimessa.

Nel riequilibrio generale, quella posizione doveva servire a bilanciare i pesi a favore del Pd. Adesso, il consiglio cosa farà?

Insogna e Moltoni hanno già detto che non vogliono le sue dimissioni. Complicato. E lo è ancora di più, dopo avere ascoltato sempre Volpi.

“Spero che rimanga presidente, il suo nome non era in discussione, altri erano gli obiettivi. Ci dovremo riflettere, lei per noi rimane presidente”.

Qualcosa non quadra, se quel ruolo doveva andare al capogruppo Serra, stessa area Pd di Volpi.

In maggioranza i nervi restano tesi. Duro botta e risposta tra Insogna e l’assessore Barelli, quando a parlare è la presidente De Alexandris.

Animi tutt’altro che riappacificati.

La nuova giunta vede il solo ingresso di Alessandra Troncarelli (Pd). Sempre che a tutti vada bene, sarà così composta:

Luisa Ciambella (Pd) mantiene tutte le deleghe precedenti e la carica di vice sindaco. Coordinamento degli assessori, Bilancio, Tributi, Programmazione economica – Patrimonio, Polizia Locale, Comunicazione ed informazione pubblica, Servizi informatici.

Alvaro Ricci (Pd): Infrastrutture, Lavori pubblici, Manutenzione energetica patrimonio, Impianti tecnologici, Viabilità, Trasporto scolastico e Politiche dell’area vasta.

Alessandra Troncarelli (Pd): Servizi sociali, Famiglia, Casa, Infanzia, Terza età, Politiche giovanili, Integrazione, Col, Pubblica istruzione.

Raffaela Saraconi (Oltre le mura): Urbanistica, Edilizia, Centri storici, Verde, Energia, Autorità portuale, Parchi e orti urbani.

Giacomo Barelli (Viva Viterbo): Turismo, Spettacolo, Teatro, Expo, Agricoltura, Affari amministrativi, Contenzioso, Personale, Servizi Demografici.

Antonio Delli Iaconi: Cultura, Sviluppo economico, Statistica, Termalismo, Università.

Andrea Vannini: Ambiente, Igiene urbana, Illuminazione, Servizi cimiteriali.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
29 maggio, 2015

Crisi in comune 2015 ... Gli articoli

  1. Sono otto, lavorano per nove, saranno pagati per sette
  2. "Subito al lavoro, ci sono situazioni in arretrato"
  3. "Era l'ultima verifica? Mai dire mai..."
  4. Perà a Sviluppo economico e affari amministrativi
  5. "Taborri sarebbe un presidente di garanzia"
  6. "Evitino un teatrino anche per l’elezione del presidente del consiglio"
  7. Sonia Perà allo Sviluppo economico
  8. "Esco, vado all'opposizione"
  9. "Continuano i giochi di prestigio del sindaco Michelini"
  10. Giunta, l'ottavo assessore sarà una donna
  11. Giunta, si chiude a otto
  12. "Una soluzione tra oggi e domani"
  13. Giunta a sette solo se cambia il vice sindaco
  14. "In due anni non mi aspettavo questo disastro"
  15. "Se un assessore non firma, si va avanti in sei"
  16. "Il comune non può cadere per una questione di poltrone..."
  17. "Se c'è un nuovo gruppo che venga formalizzato…"
  18. L'uragano Michelini si abbatte sulla maggioranza
  19. "La presidenza ora non m'interessa"
  20. De Alexandris si è dimessa
  21. Alessandra Troncarelli non entra in giunta
  22. "Giunta a sette senza alternative, o mi dimetto"
  23. "Faccio una scelta di responsabilità"
  24. Varata la giunta a sette
  25. Zucchi si è ufficialmente dimessa
  26. De Alexandris verso le dimissioni
  27. "No a un presidente del consiglio Pd"
  28. Insogna e Moltoni da Michelini
  29. Balla anche la presidenza del consiglio
  30. “Sarà una giunta a sette”
  31. "Michelini pensa d'essere al bar dello sport"
  32. "Michelini pensa d'essere al bar dello sport"
  33. I Democratici sette alla corte di Michelini
  34. "Ascolterò i consiglieri e poi chiuderò la partita"
  35. Giunta a sette e presidenza al Pd
  36. "Michelini faccia lui il sindaco e lo faccia bene..."
  37. "Una scelta consapevole per tutelare la propria dignità"
  38. Michelini vedrà Insogna...
  39. Si è dimessa anche Raffaella Valeri
  40. "La giunta Michelini ha bisogno di una ripartenza"
  41. Giunta a sei, ma anche a sette, otto o nove assessori
  42. Il rimpasto? Dopo santa Rosa...
  43. Il Pd ribadisce: giunta a 7 e ora tocca a Serra
  44. "Ma il sindaco sa contare?"
  45. Oggi tocca al Pd, ma Serra andrà da solo
  46. Tre assessorati alle liste civiche
  47. Surreale che un organo di partito censuri un consigliere...
  48. "Non stiamo navigando a vista"
  49. "Imbarazzanti le affermazioni di Serra..."
  50. "Se non sa gestire la crisi, figuriamoci la città"
  51. "Con i 7 del Pd ci siamo anche noi"
  52. "Perché Serra fino a dieci giorni fa condivideva Michelini?"
  53. "Città devastata per le faide tra Fioroni e Panunzi"
  54. Subito il bilancio consuntivo o tutti a casa
  55. "Comune senza obiettivi, si vive alla giornata"
  56. "Con quale diritto Sel chiede le mie dimissioni?"
  57. Minchella (Pd): "Dissensi legittimi, ma sostegno al sindaco non in discussione"
  58. Verifica, Michelini prende tempo
  59. Cartellino rosso per Taborri
  60. Michelini o fa sette o sballa
  61. Boco: "Abbiamo peccato di presunzione, ritorniamo all'ordine"
  62. "Decidiamo insieme dove vogliamo andare e perché"
  63. "Ci vuole coraggio, Serra faccia l'assessore"
  64. La situazione è grave ma non è seria
  65. "Siamo in maggioranza, se vogliono andare altrove facciano pure"
  66. Ncd scomunica Taborri
  67. "Serra, un improbabile pubblico ministero"
  68. "Non vado bene? Sfiduciatemi"
  69. Moricoli: "Non mi dimetto..."
  70. Sel a Paolo Moricoli: dimettiti
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR