--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Le iniziative si svolgeranno tra La Quercia, Villa Lante e Pianoscarano - In programma tra mostre, spettacoli e letture

Arriva la festa di Librimmaginari

Condividi la notizia:

La presentazione di Librimmaginari

La presentazione di Librimmaginari

Viterbo – Tre giorni per festeggiare la conclusione di Librimmaginari, Avventure dello sguardo: con un programma variegato di iniziative tra mostre, spettacoli e letture. Dal 5 al 7 giugno tra La Quercia, Bagnaia e Pianoscarano si terrà la tre giorni dedicata al libro illustrato del Festival, promosso da Arci Viterbo in collaborazione con la Biblioteca consorziale di Viterbo e finanziato dal programma Io leggo della Regione Lazio.

Una tre giorni, presentata questa mattina in conferenza stampa, che sarà inaugurata venerdì 5 giugno presso il padiglione d’arte Chiarini Carletti, uno spazio messo a disposizione da privati grazie alla Biblioteca consorziale, quando aprirà al pubblico la mostra Cartografie dell’immaginario, il paesaggio tra mappature e smarrimenti curata da Marco Trulli e Marcella Brancaforte. Il programma proseguirà poi sabato 6 giugno presso il parco di Villa Lante con la festa finale di Un casino di burattini, la rassegna curata da Maninalto e Augusto Terenzi con burattini, disegnatori, maghi e letture per bambini dai 2 ai 90 anni; e terminerà domenica 7 giugno prima con la camminata paesologica con Franco Arminio e poi con il reading I paesi invisibili organizzato presso il circolo Il Cosmonauta. Una tre giorni che premia il lavoro fatto tra dicembre e maggio, un percorso fatto di formazione, workshop, incontri e lavori nelle scuole.

“La tre giorni – ha dichiarato il curatore Marco Trulli – farà emergere un lavoro che per tanto tempo rimane sommerso. Per noi fare un Festival significa fare formazione, produrre progetti inediti e unici sul panorama nazionale, proponiamo un focus di ricerca agli artisti – ha spiegato – per sviluppare progetti collettivi in dialogo con la scena artistica nazionale e internazionale”. Sono infatti circa 60 gli artisti che parteciperanno alla mostra collettiva, alcuni dei quali realizzeranno delle opere presso il Padiglione d’arte Chiarini Carletti. “Gli artisti – ha spiegato la curatrice Marcella Brancaforte – poi parteciperanno anche alla festa finale di Un casino di burattini presso Villa Lante con alcune performance dal vivo”.

“Si tratta – ha commentato l’assessore alla cultura Antonio Delli Iaconi – di un’iniziativa importante. La tre giorni è un momento di presentazione di un lavoro che dura da tanto tempo e che ha dimostrato radicamento in città mantenendo l’apertura al dialogo con temi di livello nazionale e internazionale”.

Importante anche la collaborazione con la Biblioteca consorziale di Viterbo e con il commissario Paolo Pelliccia. “Per noi – ha detto – è consuetudine stare vicini a Librimmaginari. Siamo la piccola Regione Lazio del Festival grazie al nostro piccolo contributo e gli spazi che mettiamo a disposizione. La biblioteca si è guadagnata credibilità e stima sul campo con un impegno costante per la promozione della lettura. Con piccoli gesti facciamo cose concrete. Il libro – ha concluso – è al centro del nostro mondo e per noi questo è un modo per parlare di tante cose, quindi evviva il libro e Librimmaginari”.

 


Condividi la notizia:
3 giugno, 2015

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR