--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Crisi in comune - Nominata la nuova giunta a 8, ma Taborri lascia la maggioranza - Le prime a firmare, Troncarelli e Perà

Un assessore e un consigliere in meno

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Goffredo Taborri (Ncd) con i colleghi d'opposizione

Goffredo Taborri (Ncd) con i colleghi d’opposizione

Alessandra Troncarelli

Alessandra Troncarelli

Sonia Perà

Sonia Perà 

Viterbo – (g.f.) – Un assessore in meno e un consigliere in meno.

La crisi in comune può dirsi chiusa. Almeno per ora.

Stamani gli otto componenti della giunta hanno messo la parola fine a un rimpasto che sembrava senza fine. Le prime due a firmare, dopo le 10.30 sono state proprio le nuove nominate: Alessandra Troncarelli e Sonia Perà. Poi tutti gli altri che già erano in carica, tranne la Saraconi, ma soltanto perché non è arrivata dopo a palazzo dei Priori ed è stata l’ultima a firmare.

Alessandra Troncarelli ha le deleghe a Servizi sociali, famiglia, casa, infanzia, terza età, Politiche giovanili, Integrazione socio sanitaria, Tutela del consumatore, Rapporti con l’università e Decentramento.

Sonia Perà va allo Sviluppo Economico e attività produttive e agroalimentari, Servizi demografici, Statistica, Affari amministrativi, Assicurazioni.

La squadra del sindaco Michelini scende da nove a otto, cinque assessori fanno riferimento al Pd, due alle liste civiche e uno è esterno ma gode della fiducia delle civiche.

Luisa Ciambella (Pd), confermata vice sindaco, Alvaro Ricci (Pd), Raffaela Saraconi (Oltre le mura), Giacomo Barelli (Viva Viterbo), Antonio Delli Iaconi (Pd), Andrea Vannini e le due nuove entrate, Sonia Perà (Pd allo Sviluppo economico) e Alessandra Troncarelli (Pd ai Servizi sociali). Quest’ultima accettando il ruolo d’assessora si dimette da consigliera e al suo posto arriva Massimo Cappetti.

Se un consigliere viene, un altro se ne va e Michelini perde un pezzo.

Si tratta di Goffredo Taborri.

Come anticipato nei giorni scorsi, con una giunta a otto, che di fatto sancisce un sindaco che si rimangia la parola data in consiglio rispetto al diktat a sette, Taborri toglie la fiducia al primo cittadino e passa all’opposizione, al gruppo misto.

Il consigliere Ncd la giunta l’avrebbe voluta a sei.

Il primo cittadino vede la sua coalizione passare da 23 a 22, Michelini compreso.

Per la matematica un ampio margine, per la politica un po’ meno, visti i mal di pancia all’interno del centrosinistra, con diversi esponenti perennemente sul piede di guerra.

Non passerà molto prima di capire se la crisi è davvero alle spalle. Ma di sicuro, non prima di santa Rosa. La nuova Macchina la vogliono vedere tutti.

Intanto c’è da eleggere il presidente del consiglio. Lo sceglie la variegata area civica. Quindi i consiglieri non Pd.

Chi sarà? Tofani? Ciorba? Treta? Insogna? O magari ci si gioca la carta Taborri, nome gradito anche a parte della minoranza, sperando che resti in maggioranza? Molto improbabile…

Il tutto, comprese le deleghe da ripartire tra gli otto assessori, sarà ufficializzato a breve dal sindaco Michelini.


 

Le deleghe della nuova giunta a otto

Luisa Ciambella: vicesindaco, Promozione e valorizzazione del lavoro in team con gli assessori, Bilancio, Tributi, Programmazione economica, Gestione del patrimonio immobiliare e storico, Polizia locale, Comunicazione e informazione pubblica, Servizi informatici.

Alvaro Ricci: Infrastrutture, Lavori pubblici, Manutenzione e gestione energetica del patrimonio, Impianti tecnologici e servizi a rete, Viabilità, traffico e mobilità urbana, Trasporto scolastico, Politiche dell’area vasta.

Alessandra Troncarelli: Politiche dei servizi sociali, della famiglia, della casa, dell’infanzia, della terza età, Politiche giovanili, Integrazione socio – sanitaria, Tutela del consumatore, Rapporti con l’università, Decentramento.

Raffaela Saraconi: Politiche per l’Urbanistica, Edilizia pubblica e privata, Centri storici e politiche per le periferie urbane, Verde pubblico, Politche energetiche, Rapporti con l’autorità portuale, Valorizzazione dei parchi, Orti urbani.

Giacomo Barelli: Politiche del turismo, dello spettacolo e delle attività teatrali, Expo 2015 e agricoltura, Grandi eventi, Contenzioso, Personale.

Antonio Delli Iaconi: Cultura, Pubblica istruzione, Termalismo, Col.

Andrea Vannini: Politiche per l’ambiente e qualità della vita, Igiene urbana, Illuminazione pubblica, Servizi cimiteriali.

Sonia Perà: Sviluppo economico e attività produttive e agroalimentari, Servizi demografici, Affari amministrativi, Statistica, Assicurazioni.


 


Condividi la notizia:
10 giugno, 2015

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR