Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Comune - Claudio Ubertini (FI) critico con l'amministrazione che si blocca ogni volta che si libera una poltrona

“Ci aspettano tre anni pieni di difficoltà”

di Paola Pierdomenico
Condividi la notizia:

Claudio Ubertini

Claudio Ubertini 

Viterbo – “Ci aspettano tre anni pieni di difficoltà”.

Ogni scusa è buona per litigare, anzi ogni poltrona. Claudio Ubertini (FI) attacca l’amministrazione Michelini ferma da mesi per i disaccordi che si manifestano ogni volta che c’è da decidere su un incarico.

Il capogruppo ci ha provato a essere positivo, ma proprio non ce l’ha fatta e, alla fine, ha detto di essersi arreso. Liti per le nomine, riunioni rinviate, disaccordi. E un’attività ferma da mesi con atti che non vengono prodotti e punti all’ordine del giorno da discutere in consiglio da più di un anno.

Ora ad aggravare la situazione anche l’elezione dei presidenti di commissione su cui non si riesce a decidere. “Gli amici dell’attuale maggioranza – dice Ubertini – attaccano sul principio del 60-40. Sostengono che Taborri, non più presidente, ma membro della commissione, faccia saltare gli equilibri di rappresentanza. Si devono ricordare però che nella passata legislatura, Chicco Moltoni, che era di fatto all’opposizione, non si è mai dimesso dalla commissione che ha continuato a presiedere per due anni. E nessuno ha mai detto nulla”.

Per Ubertini, quindi, sono solo scuse. “Oggi è difficile modificare certe dinamiche e, mi pare che, anche in consiglio, dovrebbe valere lo stesso principio del 60-40. Ma se qualcuno, in corso, passa dalla maggioranza all’opposizione e viceversa, mica si rifanno i gruppi consiliari da capo. Il loro è solo un modo di prendere tempo, perché di sicuro avranno difficoltà a scegliere i nomi”. La maggioranza, al tempo stesso, attacca sulla convocazione, che non doveva essere fatta, mancando le condizioni. “Lo abbiamo deciso in conferenza dei capigruppo con l’accordo di Quintarelli e del segretario generale. Non è stata un’iniziativa unilaterale, perché c’eravamo tutti. La verità è che non riescono a trovare una sintesi su ogni poltrona che si libera. Come si può andare avanti così. Sono allibito e convinto che anche stavolta non si tirerà fuori un ragno dal buco”.

Oggi è fissata anche la conferenza dei capigruppo. “Vedremo se sarà possibile istituire questa commissione d’inchiesta sugli appalti. Decideremo poi se fare il 30 un consiglio straordinario sui rifiuti, anche se non mi sembrano molto intenzionati. Sanno solo gettare fango addosso agli altri e poi fanno retromarcia nel rendersi conto di dire cose inesatte”.

Domani c’è consiglio, ma di sicuro per Ubertini, il posto della De Alexandris resterà vuoto. “Sono previste la surroga di Troncarelli, l’elezione del presidente e poi le interrogazioni. Si farà solo il primo punto, perché già hanno stabilito che l’elezione slitterà a giovedì. La macchina amministrativa è ferma da da tre mesi, il consiglio non si fa dal 28 maggio, la prima commissione da marzo, la quarta dall’8 maggio, la quinta, coi problemi delle società partecipate, dal 4 maggio e la seconda a giugno non si è mai riunita. Mi chiedo se l’amministrazione di una città come Viterbo possa andare avanti così”.

Michelini però dice a Marini di stare sereno. “Noi lo siamo, il problema è suo, tra rimpasti, ampliamenti della giunta, scelta del presidente del consiglio e commissioni. Non si producono atti da tempo e ci sono 48 punti all’ordine del giorno da discutere in consiglio da più di un anno. Sono letteralmente scollegati – conclude Ubertini -, se non resettano tutto e ripartono, ci aspetteranno tre anni di grandi difficoltà”.

Paola Pierdomenico


Condividi la notizia:
22 giugno, 2015

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR