--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Vejano - Due arresti per estorsione aggravata - Nei guai anche un 25enne per droga ed evasione e un 21enne per furto aggravato

Lo minacciano per farsi consegnare il carico del furgone

Condividi la notizia:

Carabinieri

Carabinieri 

Vejano – Lo minacciano con la forza per farsi consegnare il carico del furgone.

I carabinieri della stazione di Vejano, coi colleghi di quella di Oriolo Romano, hanno arrestato due romeni di 55 e 26 anni, entrambi residenti a Monterosi, per estorsione aggravata in concorso nei confronti di un 33enne di Bassano Romano, titolare di una ditta operante nello smaltimento di materiali ferrosi.

I due, da quanto ricostruito, hanno fermato la vittima nei pressi discarica comunale di Vejano e, minacciandolo con la forza, si sono fatti consegnare il carico di materiale ferroso, per un valore di 800 euro, circa, che stava trasportando. Per i due sono scattati gli arresti domiciliari nelle rispettive case.

A Vignanello, i militari hanno arrestato un 25enne di origini romane, residente a Vallerano, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di sorveglianza di Viterbo. Il giovane, disoccupato, dovrà espiare una condanna a un anno e sei mesi di reclusione per reati in materia di stupefacenti ed evasione. Dopo l’arresto è stato portato a Mammagialla.

A Graffignano, i carabinieri hanno arrestato un albanese di 21 anni del posto in esecuzione di un ordine emesso dal tribunale di sorveglianza di Roma per una condanna a 4 mesi e 27 giorni di reclusione per furto aggravato, che il giovane espierà nella sua casa ai domiciliari.

 


Condividi la notizia:
17 giugno, 2015

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR