--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Provincia - Il sindaco Bigiotti in un'intervista a Radio Vaticana invita Bergoglio a visitare la Tuscia come fece nel 2009 il suo predecessore Benedetto XVI

“Se anche papa Francesco venisse a Bagnoregio…”

di Francesca Buzzi
Condividi la notizia:

Francesco Bigiotti

Francesco Bigiotti 

Civita di Bagnoregio

Civita di Bagnoregio 

Papa Benedetto XVI in visita nella Tuscia

Papa Benedetto XVI in visita nella Tuscia 

Bagnoregio – “Se anche papa Francesco venisse a Bagnoregio…”.

Un sogno che, non è escluso, potrebbe diventare realtà. Francesco Bigiotti intanto la sua proposta l’ha fatta.

Il sindaco di Bagnoregio non si è lasciato sfuggire l’occasione dell’intervista su Radio Vaticana, rilasciata dopo l’adesione della Santa Sede al progetto lanciato dal presidente della regione Lazio Zingaretti, che vorrebbe il riconoscimento Unesco per Civita, “la città che muore”.

“Già il fatto che il Vaticano si interessi all’iniziativa – commenta Bigiotti – è un reale segno di vicinanza e di attenzione al nostro piccolo, ma preziosissimo territorio. Va da sé, poi, che lo splendore di Civita di Bagnoregio è strettamente legato a quello di San Bonaventura, figura di spicco della chiesa cattolica”.

Proprio per san Bonaventura, nel 2009, il precedessore di papa Francesco, Benedetto XVI, venne a visitare la Tuscia. Una giornata indimenticabile per tutta la provincia ma in particolare per Viterbo e per Bagnoregio, le due tappe del pontefice.

“Non dimenticherò mai quell’emozione – ricorda Bigiotti, già allora sindaco del paese – e pensare di riprovarla un’altra volta nello stesso mandato da primo cittadino mi sembra davvero un grande sogno. Chissà però che non si riesca a realizzarlo. So bene che gli inviti ufficiali al papa devono essere inoltrati tramite la diocesi ma io, intanto, durante l’intervista a Radio Vaticana, un messaggio l’ho voluto lanciare. Non si sa mai…”.

L’attenzione della Santa Sede a Civita di Bagnoregio sembra essere più che stringente. Proprio ieri, infatti, pare che un elicottero del Vaticano si sia soffermato a sorvolare i cieli della città che muore.

“I motivi non li sappiamo – precisa Bigiotti -, ma chi lavora alla biglietteria per l’ingresso al borgo di Civita ha visto fare almeno un paio di giri all’elicottero della Santa Sede. Ora, che al suo interno ci sia stato o meno papa Francesco non possiamo certo affermarlo, ma che almeno qualcuno del Vaticano abbia avuto interesse ad effettuare una ricognizione sopra Bagnoregio è certo. Forse in seguito all’adesione al progetto di Zingaretti, oppure proprio dopo il mio invito”.

Ipotizzare una visita di papa Bergoglio, insomma, non è solo un’idea campata in aria. Di concreto c’è molto. Per esempio il fatto che il prossimo anno si festeggerà la ricorrenza degli otto secoli dalla nascita di san Bonaventura. E il calendario dei bagnoresi è già fitto di impegni.

“Abbiamo sottoscritto un patto d’amicizia con Assisi – conclude il sindaco Bigiotti – e nel 2016 organizzeremo una serie di eventi sulla vicinanza di san Francesco e san Bonaventura. La visita del papa sarebbe davvero il massimo. Chiederò dunque alla diocesi di appoggiarci in quest’avventura estendendo l’invito ufficiale all’indirizzo del pontefice”.

Francesca Buzzi


Condividi la notizia:
14 giugno, 2015

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR