Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Economia - Secondo le stime Coldiretti Viterbo - Per alloggio e alimentazione prevarrà la sobrietà dettata da papa Francesco

Giubileo, 25 milioni di pellegrini spenderanno 5 miliardi

Condividi la notizia:

Mauro Pacifici

Mauro Pacifici, presidente Coldiretti Viterbo 

Aldo Mattia

Aldo Mattia, direttore Coldiretti Viterbo 

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Per il prossimo Giubileo sono attesi a Roma 25 milioni di pellegrini, per una spesa complessiva stimata in oltre 5 miliardi di euro.

E’ quanto emerge da un’analisi di Coldiretti Viterbo, divulgata in occasione dell’inaugurazione del “Villaggio del gusto” nel porto di Civitavecchia, opera realizzata per il ristoro dei pellegrini.

Coldiretti Viterbo prevede inoltre una forte tendenza alla sobrietà per la scelta dell’alloggio e dell’alimentazione, in linea con la svolta impressa da papa Francesco.

Il Villaggio del gusto ha fatto aumentare il valore occupazionale di Civitavecchia, e il Giubileo potrebbe fare lo stesso in tutta la regione. Ne è convinto Aldo Mattia, presidente del villaggio e direttore di Coldiretti Lazio.

Dal Giubileo – ha spiegato Mattia – potrebbe anche venire un effetto positivo sull’occupazione, considerando che l’appuntamento del 2000 portò a un calo del tasso di disoccupazione di un punto percentuale rispetto all’anno precedente. Gli asset cibo e turismo sono le leve competitive strategiche per sostenere la ripresa economica”.

La stima della Coldiretti prevede che circa il 35% della spesa giubilare dei turisti andrà proprio per il cibo, tra pranzi, cene e spuntini. Ma anche per l’acquisto di prodotti tipici come ricordo dell’evento.

Il pellegrino non è un turista high-spender e viaggia peraltro principalmente in bassa stagione contribuendo così alla destagionalizzazione delle destinazioni.

Dall’ultimo studio Isnart emerge anche che il 41,4% dei turisti religiosi ha un’età compresa tra i 30 e i 50 anni, il 44,4% si affida per l’organizzazione del viaggio al circuito dell’intermediazione, tour operator e agenzie di viaggio. Il 32,7% preferisce viaggiare in compagnia del proprio partner, il 20% sceglie un tour organizzato, il 19,7% un gruppo di amici, il 13,3% la famiglia, mentre il 9,8% viaggia da solo.

Viterbo è storicamente nota come la città dei Papi – conclude Mauro Pacifici, presidente Coldiretti Viterbo – e darà alla nostra zona un intenso incremento di visibilità. Noi stiamo già lavorando per farci trovare come al solito all’altezza, con i nostri imprenditori agricoli e le nostre produzioni di eccellenza”.

Nell’anno del Giubileo Roma sarà di gran lunga la meta religiosa più frequentata nel mondo, con presenze nettamente superiori alle altre mete sparse per il globo. Tra le quali svettano Città del Messico, dove il santuario della madonna di Guadalupe richiama 10 milioni di pellegrini ogni anno, e Medjugorje, il santuario bosniaco in fortissima ascesa, soprattutto tra i credenti italiani.

Coldiretti Viterbo


Condividi la notizia:
3 luglio, 2015

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR