Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Dall’incontro in Regione gettate le basi per una proficua collaborazione tra istituzione e rappresentanti dei cacciatori - Ricci: “Garantisco forte impegno da parte nostra”

“L’assessorato alla Caccia ascolta il mondo venatorio”

Condividi la notizia:

Una battuta di caccia

Una battuta di caccia

Roma – Riceviamo e pubblichiamo – Il diritto allo svolgimento dell’attività venatoria, compatibilmente alla tutela della biodiversità e dell’ambiente come previsto dalla legge nazionale 157; la gestione dei danni causati dalla fauna selvatica; l’adozione del Piano faunistico regionale per la tutela del patrimonio faunistico e del prelievo venatorio. Questi i principali temi messi sul tavolo dalla Regione Lazio nel recente incontro con le associazioni venatorie e gli Ambiti territoriali di caccia.

L’assessorato all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione ha parlato di “campagna di ascolto con i principali protagonisti della tutela e dello sviluppo dei territori”, il cui scopo è quello di costruire insieme un piano di gestione delle attività agricole e del patrimonio faunistico regionale.

In questa prima fase sono state convocate le maggiori associazioni venatorie e gli Ambiti territoriali di caccia (Atc) di tutte le province.

“Sono certa – ha dichiarato l’assessore Ricci – che arriveremo a formulare una buona e proficua pianificazione anche con le associazioni dei cacciatori, in vista anche della necessaria riorganizzazione delle competenze per la regolamentazione dell’esercizio venatorio. L’impegno da parte della Regione è forte, testimoniato anche dalla puntualità, rispetto alle altre regioni, con cui abbiamo pubblicato il calendario venatorio della prossima stagione”.

Soddisfatti i principali rappresentanti del mondo venatorio regionale, che solo fino a qualche settimana fa erano pronti a scendere in piazza per dare un segnale chiaro alla Regione.

Durante l’incontro hanno tutti espresso, ciascuno per il proprio ruolo, l’impegno nel portare avanti in modo coordinato un piano di proposte di lavoro insieme all’istituzione regionale.

“Saremo al fianco della Regione – ha dichiarato il presidente della Federcaccia Lazio Aldo Pompetti – per raggiungere insieme questi importanti obiettivi che il mondo venatorio aspettava da anni. I cacciatori del Lazio garantiamo che continueremo a stare vicini alla Regione, ente cui spetta la realizzazione del Piano faunistico venatorio e dei calendari di ogni stagione, per portare il valore aggiunto dei nostri dati scientifici e delle conoscenze di cui i cacciatori sono depositari”.

“Siamo pronti a collaborare con l’istituzione regionale – ha aggiunto Edmondo Vivoli, presidente dell’Atc di Frosinone 1 – perché finalmente viene riconosciuto il ruolo importante degli Atc per la crescita del territorio. Il nostro auspicio è che si tratti di una collaborazione stretta e frequente”.

Federcaccia Lazio

 


Condividi la notizia:
10 agosto, 2015

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR